20 ottobre 2014

Inizia la XIV Settimana della lingua italiana nel mondo: tanti eventi a Riga

Il tema di quest’anno: “Scrivere la nuova Europa: editoria italiana, autori e lettori nell’era digitale”. Fino al 25 ottobre un programma ricco di appuntamenti di grande interesse.


Inizia oggi la XIV Settimana della lingua italiana nel mondo (20 -25 ottobre), che come ogni anno vede anche a Riga un ricco programma di eventi, dibattiti e appuntamenti dedicati alla lingua italiana e alla sua diffusione nel mondo. Continua a leggere

17 ottobre 2014

L’eurodeputata lettone Iveta Grigule fa affondare il gruppo euroscettico di Grillo e Farange

La Grigule, grande avversaria dell’eurozona in Lettonia, ha deciso di uscire dal gruppo, decretandone di fatto lo scioglimento (servono membri da almeno 7 paesi).

Iveta Grigule

Iveta Grigule

Ha fatto fallire la costituzione del gruppo degli euroscettici. Iveta Grigule con la sua decisione di lasciare il gruppo “Europa della libertà e della democrazia diretta” EFDD, il gruppo che riuniva Farange e Grillo, è salita per un giorno alla ribalta delle cronache politiche in tutta Europa. Continua a leggere

16 ottobre 2014

Bērziņš ha conferito a Laimdota Straujuma l’incarico di formare il nuovo governo

Il presidente lettone, soddisfatto dell’accordo di coalizione stretto dai partiti della maggioranza uscente di centrodestra, si è augurato collaborazione in parlamento fra maggioranza e opposizione.


Il presidente lettone Andris Bērziņš ha conferito alla premier uscente Laimdota Straujuma l’incarico di formare il nuovo governo, che dovrà ottenere la fiducia della nuova Saeima appena eletta. Continua a leggere

15 ottobre 2014

L’Unione Europea abbassa i limiti: nei prossimi 5 anni si pescheranno meno spratti nel Mar Baltico

Il settore primario lettone sempre più influenzato dalla regolamentazione europea. La politica comune per la pesca prevede nuovi limiti ridotti nella pesca di spratti e sardine. Gli esperti: “Si alzerà il prezzo dei prodotti ittici”

Nei prossimi anni i pescatori del Baltico dovranno pescare meno spratti: l’ha deciso la Comissione Europea nel fissare quali saranno i limiti di cattura del prossimo quinquennio. Secondo gli esperti interpellati dal quotidiano “Latvijas Avīze” questo porterà come diretta conseguenza un aumento del prezzo del pescato, in special modo del prezzo al consumo.  Continua a leggere

14 ottobre 2014

I colloqui per la formazione del governo: verso la riconferma della coalizione di centrodestra

Il presidente Bērziņš soddisfatto per l’accordo fra Vienotība, ZZS e NA, che assicura una buona maggioranza nella Saeima. Straujuma guiderà anche il prossimo esecutivo.

Il presidente lettone Bērziņš coi vertici di Vienotība

Il presidente lettone Bērziņš coi vertici di Vienotība

Sono iniziate le consultazioni  del presidente della repubblica lettone Andris Bērziņš con le forze politiche in vista della formazione del nuovo governo, all’indomani delle elezioni per il rinnovo del parlamento svoltesi lo scorso 4 ottobre. Continua a leggere

14 ottobre 2014

La nuova uscita della Piccola Biblioteca lettone: “Il soprabito di seta” di Jānis Ziemeļnieks

La Damocle Edizioni pubblica un racconto con testo a fronte lettone – italiano del grande poeta romantico del primo novecento lettone. Intanto Baltica prova a raccontarvi la sua vita e la sua poesia.

Ziemelnieks
La Damocle di Venezia ha appena pubblicato, all’interno della collana “Piccola Biblioteca lettone” un breve racconto di Jānis Ziemeļnieks, “Zīda mētelis / Il soprabito di seta”. E’ la prima volta che viene pubblicata la traduzione italiana di un’opera del grande poeta lettone, che pur nel breve periodo della sua vita, è diventato una delle figure più importanti della poesia lettone del primo novecento.

In occasione dell’uscita di “Zida metelis / Il soprabito di seta” (Ed. Damocle, trad. Paolo Pantaleo, illustrazione di copertina di Margarita Fjodorova), proviamo a raccontarvi qualcosa sulla vita di questo grande poeta e scrittore lettone. Continua a leggere

13 ottobre 2014

Il ministro della difesa lettone bloccato in Rep. Centrafricana dagli scontri

Raimonds Vējonis era in visita ai militari lettoni impegnati nel contingente dei caschi blu dell’One in missione di peacekeeping. I suoi ultimi tweet sabato scorso davano la notizia del blocco dell’aeroporto di Bangi

Foto: Evija Trifanova / LETA

AGGIORNAMENTO:

Con un tweet postato in queste ultime ore, il ministro della difesa lettone Raimonds Vējonis ha reso  noto di essere riuscito a lasciare il territorio della Rep. Centrafricana, per fare ritorno in patria, dopo che nei giorni scorsi l’escalation di violenze nella città di Bangui aveva portato anche al blocco dell’aeroporto e alla sospensione di tutti i voli.

* * * *

E’ bloccato ormai da diversi giorni nel pieno degli scontri fra governativi e ribelli in Rep. Centrafricana il ministro della difesa lettone Raimonds Vējonis e non è ancora chiaro quando potrà rientrare in Lettonia. Continua a leggere

10 ottobre 2014

Ritrovati resti di accampamenti vichinghi in Lettonia, a Kuldīga.

Nei pressi della cittadina del Kurzeme straordinario ritrovamento di tumuli crematori vichinghi. Fra le scoperte, due ornamenti di bronzo a forma di tartaruga.

I due ornamenti a forma di tartaruga ritrovati a Kuldīga

I due ornamenti vichinghi ritrovati a Kuldīga. Foto – Mārtiņš Lūsēns

I Vichinghi avevano un loro accampamento nei pressi di Kuldīga, la città del Kurzeme sorta sulla Venta al tempo della Lega anseatica. Secondo le scoperte degli archeologici, pubblicate in un articolo di Latvijas Avīze, si erano stabiliti  in particolare nei dintorni della fortezza di Veckuldīga. Continua a leggere

9 ottobre 2014

Jānis Joņevs con il suo romanzo d’esordio “Jelgava 94″ ottiene il premio della UE per la letteratura

Il giovane scrittore lettone aveva già conquistato il Literatūras balva per il miglior debutto letterario. Nel 2011 il premio della UE era andato ad un’altra scrittrice lettone, Inga Žolude con “Mierinājums Ādama kokam”.

img_2971_m
Il romanzo d’esordio “Jelgava 94″ dello scrittore lettone Jānis Joņevs ha vinto il premio per la letteratura dell’Unione Europea. Un riconoscimento molto importante per uno dei libri più interessanti editi in Lettonia negli ultimi mesi, e che ha già vinto in patria il prestigioso premio delle Literatūras balvas come migliore debutto letterario del 2013.
In passato solo in un’altra occasione il premio era andato ad un autore lettone: nel 2011 lo ha ottenuto Inga Žolude  con la raccolta di racconti “Mierinājums Ādama kokam”. Continua a leggere

9 ottobre 2014

Il FMI: l’economia lettone nel 2014 in crescita del 2,7%, nel 2015 del 3,2%

La crescita in Lettonia resta fra le più alte d’Europa, insieme alla Lituania. Bene le economie dell’est europeo, frenano quelle dell’Europa meridionale.

Foto: Jānis Saliņš, F64
Per il Fondo Monetario internazionale il prodotto interno lordo in Lettonia aumenterà quest’anno del 2,7%, mentre per il prossimo anno si prevede una crescita intorno al 3,2%.
Secondo questi dati l’economia lettone sarebbe la seconda economia più in crescita in Europa. La prima è la Lituania, con un pil nel 2014 al 3% e previsto al 3,3% il prossimo anno.

Continua a leggere

8 ottobre 2014

La coalizione di centrodestra lettone a favore della riconferma della premier Straujuma

Nella prima riunione dei tre partiti della maggioranza, dopo le elezioni, Vienotība, ZZS e NA hanno trovato l’accordo per la guida dell’esecutivo. Si è parlato anche degli altri ministeri.

Laimdota Straujuma (Foto AFP Leta)

Laimdota Straujuma (Foto AFP Leta)

I partiti della coalizione di centro destra che ha sostenuto il governo Straujuma nell’ultima fase della passata legislatura, sono orientati alla riconferma di Laimdota Straujuma anche per la guida del nuovo esecutivo, dopo le elezioni svoltesi sabato scorso. Continua a leggere

7 ottobre 2014

L’interrogazione: Dombrovskis per tre ore al vaglio dei deputati UE

L’ex premier lettone, adesso Commissario per l’euro e vice presidente della UE, ha affrontato bene e usando tre lingue, inglese, tedesco e lettone, le domande degli eurodeputati.

Valdis Dombrovskis. Foto: Reuters/ScanPix
Si era preparato per due settimane, coi suoi collaboratori più stretti, allenandosi a rispondere alle domande più insidiose e provocatorie, Valdis Dombrovskis, per affrontare quello che lui stesso ha definito “l’esame più importante della mia vita”. Continua a leggere

6 ottobre 2014

Fra una settimana il presidente lettone Bērziņš avvierà le consultazioni

Il capo dello stato dà sette giorni di tempo ai partiti per confrontarsi fra loro. Ma tutto sembra portare alla conferma della coalizione di centro destra lettone. Sembra escluso l’incarico ad un esponente di Saskaņa 

Foto: Edijs Pālens /LETA
Il presidente lettone Andris Bērziņš ha dato una settimana di tempo ai partiti lettoni perché attraverso incontri informali fra di loro inizino a confrontarsi sulle possibili coalizioni di maggioranza all’interno del nuovo parlamento appena eletto. Continua a leggere

6 ottobre 2014

La 12° Saeima lettone: il 40% di volti nuovi, e alcune bocciature eccellenti

Gli elettori hanno confermato i principali partiti, ma con le preferenze hanno cambiato il volto del parlamento. La grande bocciata è l’ex speaker Solvita Āboltiņa, e questo sarà un problema per Vienotība.

Solvita Āboltiņa

Solvita Āboltiņa

La legislatura precedente, come pure con ogni probabilità la stessa sarà anche la coalizione di maggioranza, formata dai partiti lettoni di centrodestra. Ma la richiesta di cambiamento degli elettori lettoni si è manifestata nelle preferenze: ben il 40% dei deputati sono facce nuove per il parlamento, e le urne hanno bocciato alcuni “mostri sacri” della politica lettone. Continua a leggere

5 ottobre 2014

Nella nuova Saeima entra Artuss Kaimiņš, il Beppe Grillo lettone.

Attore teatrale ma soprattutto conduttore di un popolare programma nel suo video-blog, “Suņu Būda” (Cuccia per cani). Dissacrante e scandaloso, promette scintille nell’aula parlamentare 

Artuss Kaimiņš

Artuss Kaimiņš

La vera star di queste elezioni politiche in Lettonia è certamente lui, Artuss Kaimiņš e c’è da scommettere che fin dall’apertura dei lavori della nuova Saeima, sarà il deputato che attirerà le maggiori attenzioni dei media lettoni. Continua a leggere

4 ottobre 2014

Elezioni Lettonia: vince Saskaņa ma il centrodestra lettone mantiene la maggioranza

I russofoni ottengono il 23% e sono ancora il partito principale in Lettonia, ma Vienotiba al 21%, ZZS al 19%, NA al 16%, mantengono la maggioranza nella nuova Saeima.

La premier Laimdota Straujuma al seggio elettorale

La premier Laimdota Straujuma al seggio elettorale. I risultati del voto fanno prevedere la sua conferma.

La nuova Saeima lettone avrà una fisionomia simile a quella precedente: i russofoni di Saskaņa (23,2% e 24 seggi) mantengono il loro primato, anche se perdono sei deputati, ma la maggioranza del nuovo parlamento è ancora saldamente in mano ai partiti lettoni. L’attuale coalizione di centro destra, coi buoni risultati complessivi ottenuti da Vienotība (21,6% e 23 seggi), ZZS (19,7% 21 seggi), Nacionālā apvienība (16,5% 17 seggi), ottiene  61 seggi su 100 complessivi e continuerà a governare il paese. Continua a leggere

4 ottobre 2014

La Lettonia oggi alle urne per il rinnovo del parlamento

Si vota dalle 7 alle 20. Un milione e mezzo di elettori, che sceglieranno i nuovi 100 deputati della 12° Saeima. Alle 12 affluenza al 23%.

529409_506x285

Clicca qui per il i live blog sui risultati delle elezioni

15.55 - Buona affluenza: alle 16 ha raggiunto il 41%
File in molti seggi e buona affluenza alle urne fino ad ora. Alle 16 ha votato circa il 41% degli elettori, più o meno in linea con le precedenti politiche del 2011, che avevano visto alle 16 un’affluenza al 42%.
Come tradizione l’affluenza maggiore si registra nel distretto di Saulkrasti, dove ha votato il 66%. Ma il seggio di Saulkrasti è di solito scelto da molti non residenti, che passano al mare il sabato elettorale.
La polizia di sicurezza lettone ha ricevuto diverse segnalazioni di attività di propaganda elettorale e tentativi di compravendita di voti, in un numero maggiore rispetto alle elezioni passate. Continua a leggere

3 ottobre 2014

Il regista teatrale lettone Alvis Hermanis nella lista nera del Cremlino

Oltre al grande regista, molto apprezzato in Europa, Italia compresa, dichiarate persone non grate anche il direttore dei servizi segreti Jānis Maizītis e il deputato di Vienotība Andrejs Judins.


Una delle personalità più importanti del mondo artistico e culturale lettone, il regista teatrale Alvis Hermanis, i cui spettacoli girano tutta l’Europa, e l’Italia in particolare, è stato inserito dalla Russia nella lista delle persone non gradite, e a cui è vietato l’ingresso nel paese. Continua a leggere

3 ottobre 2014

Terme giapponesi? Sì, grazie, in Esplanāde!

Un’installazione di due artisti riproduce nel centro di Riga i tradizionali bagni termali giapponesi

Photo: Delfi.lv

Photo: Delfi.lv

Per due settimane da oggi fino a domenica 12 ottobre il parco dell’Esplanāde di Riga ospiterà delle terme giapponesi… sì, proprio così. Non si è scoperto un vulcano nelle vicinanze, ma l’iniziativa di trasformare la fontana in una sorta di onsen [fonte termale naturale riscaldata, ndt] orientale ha trovato il sostegno del Comune e dell’organizzazione “Riga 2014″, rendendo così possibile immergersi nelle sue acque calde tutti i giorni dalle 4 del pomeriggio alle 10 di sera.

2 ottobre 2014

Speciale Baltica – Le elezioni politiche in Lettonia

Sabato 4 ottobre i lettoni vanno alle urne per rinnovare il parlamento. Tutto quello che c’è da sapere: legge elettorale, i partiti, gli schieramenti, i possibili scenari dopo il voto.

Il parlamento lettone

Il parlamento lettone

 

Clicca qui per il i live blog sui risultati delle elezioni

Sabato 4 ottobre la Lettonia va al voto per eleggere la 12. Saeima, il parlamento giunto alla dodicesima legislatura. Proviamo a fare il punto sulla situazione, capire come e cosa votano i lettoni e quali potrebbero essere gli scenari alla chiusura delle urne.

Continua a leggere

1 ottobre 2014

Māra Zālīte: “In queste elezioni una grande minaccia per la Lettonia”

La poetessa ed intellettuale lettone lancia un grido d’allarme alla vigilia del voto: se prevalgono i partiti russofoni, Putin avrà le porte aperte in Lettonia.

(Lo speciale di Baltica dedicato alle elezioni politiche in Lettonia del 4 ottobre)

 Māra Zālīte, Foto F64
La pace che regna in Lettonia ed in Europa è illusoria, e la situazione reale è drammatica – in queste elezioni si nasconde una terribile minaccia, perché fra quattro giorni potremmo avere un parlamento che esprimerà un governo contrario agli interessi della Lettonia. Continua a leggere

1 ottobre 2014

Il prezzo di acquisto di Citadele banka sarà di 98 milioni di euro

Lo ha rivelato la premier lettone Straujuma. Fra gli investitori americani, oltre Ripplewood, si parla anche dell’ex presidente della Federal Reserve Paul Volcker.

Foto: Kristaps Kalns, Dienas mediji
I potenziali acquirenti della banca lettone Citadele, attualmente di proprietà di maggioranza pubblica, è di 98 milioni di euro. Lo ha rivelato la premier lettone Laimdota Straujuma. Due settimane fa il governo lettone aveva accettato l’offerta della holding americana Ripplewood e di altri investitori statunitensi, ma sembrava, sulla base di notizie ufficiose, che gli investitori americani avessero quasi dimezzato l’offerta iniziale, riducendola a 63 milioni di euro. Continua a leggere

30 settembre 2014

99 seggi in 42 paesi per i lettoni che votano all’estero nelle prossime politiche

Per le elezioni di sabato 4 ottobre record di aperture dei seggi in ambasciate e consolati. Vi potranno votare tutti quelli che si trovano all’estero, residenti e non.

Foto Leta
Sarà il più alto numero di seggi all’estero di sempre, quello che le ambasciate e i consolati di Lettonia metteranno a disposizione dei propri cittadini all’estero per le elezioni politiche del prossimo 4 ottobre. Continua a leggere

29 settembre 2014

Alla scoperta dei castelli della Lettonia: Rundāle, Bauska e Jelgava

Prosegue il viaggio di Baltica nei castelli e siti storici più interessanti della Lettonia. Oggi andiamo in Zemgale a Rundāle, Bauska e Jelgava.

Il castello di Rundāle

Il palazzo di Rundāle

I castelli della Lettonia. Un tesoro ancora tutto da scoprire, e in alcuni casi anche da ricostruire. Ma negli ultimi anni nel paese baltico è cresciuta molto l’attenzione e la cura nei confronti dei castelli e dei siti di valore storico della Lettonia. Noi proviamo a presentarvene alcuni: Continua a leggere

26 settembre 2014

Il presidente lettone Bērziņš all’Onu: “La Russia minaccia la sicurezza in Europa”

Il capo di stato lettone nel suo discorso all’Assemblea generale ha affermato che il Cremlino ha un ruolo fondamentale per la stabilità nel continente, ma deve essere una parte della soluzione, non la causa del problema.


Il presidente lettone Andris Bērziņš è intervenuto ieri all’Assembla generale dell’Onu con un discorso in cui ha sottolineato la minaccia che costituisce oggi in Europa e nel mondo la politica estera della Russia, che per il ruolo che le compete nella regione dovrebbe cercare di porsi come un soggetto fondamentale per la stabilità e la sicurezza in Europa. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 367 follower