Lo straordinario fenomeno del mar Baltico che si ritira dalle coste della Lettonia

Da inizio ottobre 200 miliari di metri cubi d’acqua sono defluiti dalle rive nord occidentali lettoni. Nei prossimi giorni l’acqua dovrebbe rifluire, con aspetti positivi per la salute del Baltico.


Un fenomeno naturale di grande effetto e che accade raramente sta attirando l’attenzione sul Capo di Kolka, il corno di territorio lettone più a nord sul mar Baltico occidentale e sul resto delle coste nord occidentali lettini. Le acque del mar Baltico in queste ultime settimane si sono ritirate di diverse centinaia di metri dalla riva, lasciando ampi lembi di terra di fronte a Kolka.

In questi giorni molti lettoni, attirati da questo spettacolo unico, hanno sfidato condizioni meteo anche difficili, con venti forti da oriente, per ammirare questo fenomeno davvero particolare.
Sono proprio i forti venti da est, spiegano gli esperti, a creare le condizioni per il ritiro del mar Baltico dalle rive nord occidentali della Lettonia.
Le acque si sono ritirate per centinaia di metri dalla costa nord occidentale lettone: di fronte a Capo Kolka, nella punta più alta di territorio lettone sul mar Baltico, si può camminare per lunghi tratti, dove in genere si alzano le onde del baltico.

Capo Kolka in questi giorni

Capo Kolka in questi giorni

A Liepāja un fenomeno anch’esso molto spettacolare, con le acque che si sono ritirate fino a lasciare del tutto scoperte le fondamenta delle fortezze che un tempo difendevano l’approdo di fronte al Karosta, il porto militare della città dei tempi sovietici.

L’Istituto meteorologico di Svezia ha calcolato che nelle prime due settimane di ottobre si siano ritirati circa 200 miliardi di metri cubi d’acqua.

Fin dal 4 ottobre le condizioni meteorologiche della regione del mar Baltico hanno creato le condizioni per questo fenomeno piuttosto raro, con un anticiclone che ha portato forti venti orientali. Queste condizioni meteo hanno influenzato il livello del mar Baltico in particolare negli stretti fra Danimarca, Svezia e Norvegia, facendo defluire le acque nel mar del Nord e nell’Oceano atlantico.

C’è chi ha anche provato a misurare e mettere su carta il deflusso delle acque di fronte a Kolka.

Questo fenomeno in realtà è positivo per la salute del mar Baltico, perché nelle prossime settimane, con il ritorno del livello del mare nei valori consueti, le coste del Baltico ospiteranno acque nuove, più salate e più ricche di ossigeno.
Se le acque rifluiranno nelle coste lettone con sufficiente velocità e con una buona percentuale salina, potrebbero riportare alla vita zone attualmente morte del mar Baltico, facendo tornare specie di flora e di fauna perse in questi anni nella regione.

Gli esperti si attendono già a metà di questa settimana un riflusso delle acque del Baltico, che dovrebbe tornare ai livelli normali nel giro di pochi giorni, grazie al cambio dei venti che passeranno a soffiare da occidente.

2 Trackbacks to “Lo straordinario fenomeno del mar Baltico che si ritira dalle coste della Lettonia”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: