Baltica week: Rudens kā rudens… (cose d’autunno)

Una newsletter molto autunnale questa settimana. Per dare un po’ di colore a questi giorni di scioperi, di previsioni di crisi economica e di piccoli affanni in questa vigilia ottobrina in Lettonia. E auguri Streiča kungs!


L’autunno è sempre uno spettacolo di colori un po’ dovunque, ma in Lettonia di più, coi suoi boschi che si riempiono di riflessi e sfumature inimmaginabili. Un panorama che serve per consolare gli occhi e il cuore, perché spesso in Lettonia la fine di settembre porta con sé le preoccupazioni e le fatiche di ogni autunno, sui temi del lavoro, dell’economia, della scuola.

L’autunno caldo in Lettonia riguarda soprattutto gli scioperi e le agitazioni in alcuni settori, in particolare sanità e scuola. Mercoledì scorso a Riga si è svolta una grande manifestazione di medici e operatori della sanità, che hanno chiesto una riforma del settore e aumenti dei salari, dietro allo slogan “Per la vita del popolo”.

Ma la settimana lettone è stata caratterizzata soprattutto dal grido d’allarme del presidente della Banca centrale lettone, Ilmārs Rimšēvičs, che ha sostanzialmente invitato i suoi concittadini (e il governo lettone) a prepararsi per una nuova crisi economica.

L’allarme lanciato dal presidente della Banca centrale lettone non è passato inosservato, in un paese che sente ancora le ferite della gravissima crisi finanziaria ed economica del 2008. L’economia lettone continua a crescere, ma su ritmi più bassi rispetto alla grande velocità degli anni passati. Ma sono soprattutto le nubi sul futuro, gli effetti della Brexit, la crisi nei rapporti commerciali fra Russia ed Europa, la possibile elezione di Trump, alcuni degli aspetti che rendono fosche le previsioni per i prossimi mesi.

Ilmārs Rimšēvičs, suo malgrado, è finito sotto le luci della ribalta anche per uno spettacolo teatrale, che ha debuttato al Nacionālais teātris proprio in questi giorni. Si tratta di “Veiksmes stāsts” (Un racconto di successo), e prende spunto proprio dalla figura dell’attuale presidente della Banca di Lettonia, per ribaltare il punto di vista del “racconto di successo” lettone degli ultimi anni, ovvero il percorso che ha portato la Lettonia a tirarsi fuori dalla crisi del 2008/2009 e a ritornare a crescere fino ad entrare nell’eurozona nel 2014.

Intanto la Lettonia è retrocessa dal 44° al 49° nell’indice di competitività dei paesi. Un balzo indietro di alcune posizioni, mentre gli altri due paesi baltici si mantengono su livelli più alti: l’Estonia al 30° posto, la Lituania al 35°, un gradino sopra l’anno precedente.

La carica degli ottantenni.

Tempo di festeggiamenti per ottantenni celebri in Lettonia. Dopo gli 80 anni del grande poeta Knuts Skujenieks, ad inizio settembre, in questi giorni ha festeggiato gli 80 anni un altro grande nome della cultura lettone, il cineasa e regista Jānis Streičs.
Streičs ha messo la firma su diverse pietre miliari della cinematografia lettone, alcuni suoi film sono scolpiti nell’immaginario collettivo lettone: “Cilvēka bērns”, “Limuzīns Jāņu nakts krāsā”, “Likteņdzirnas”, “Teātris”, “Rūdolfa mantojums”.
Un grande regista e un grande personaggio della cultura e del cinema lettone. Per festeggiarlo qui su Baltica, mettiamo un piccolo trailer tratto da “Rūdolfa mantojums”

Tutti in coro…

I cori lettoni continuano a mietere successi. Il coro giovanile “Kamēr…” diretto da Jāņis Liepiņš, fra i più importanti in Lettonia, ha conquistato il successo nel concorso internazionale Harald Andersen di Helsinki, mentre nella prima edizione del concorso “Grand Prix” di Jūrmala, ha trionfato il coro misto “Sōla” diretto da Kaspars Ādamsons.

E un finale autunnale…

Ar sarkanām neļķēm laiks atvadīties
Ir rudens
Ļaudis klīst pa vientuļām peļķēm

E’ tempo di congedarsi con garofani rossi
E’ autunno
Gente che s’aggira per solitarie pozzanghere

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: