Ma quanti boschi ci sono in Lettonia?

Tanti, ma proprio tanti. Il 52% del territorio lettone è fatto di foreste e per ogni lettone ci sono 1,7 ettari di bosco. Si produce molto legname, anche per l’esportazione, ma i boschi continuano ad aumentare.


Un tempo qui era tutto verde… Mai frase potrebbe essere tanto fuorviante in Lettonia. Anche se in genere i lettoni pensano che un tempo, soprattutto nella prima metà del novecento, durante il primo periodo d’indipendenza, il loro paese fosse più verde e boschivo, i dati rivelano tutt’altra verità, ovvero che rispetto agli anni ’30 oggi la superficie boschiva in Lettonia è addirittura raddoppiata, da 1.747.000 ettari del 1935 ai 3.365.000 ettari del 2015 (in un paese grande 64 mila chilometri quadrati).

C’è una spiegazione rispetto a questi dati. Negli anni ’30, nei cosiddetti Ulmaņlaiki (il periodo in cui il paese era guidato dal regime autoritario di Kārlis Ulmanis), in Lettonia si poneva grande attenzione allo sviluppo agricolo del paese. Ogni appezzamento di terra era coltivato, e si cercava di strappare alle foreste ogni angolo che i contadini di allora potessero rendere coltivabile.
Questo aveva causato un impoverimento boschivo del paese, che invece nel corso del secondo novecento, con l’industrializzazione forzata nel periodo sovietico e il progressivo abbandono di una parte dei terreni coltivabili, ha ricominciato a ricoprirsi di foreste.

Ma è stato soprattutto negli ultimi decenni, nella nuova era della Lettonia indipendente, in una società più sensibile e attenta ai temi ambientali, che la superficie boschiva ha ripreso a crescere notevolmente, anche grazie a leggi che prevedono per ogni albero abbattuto, di ripiantare due nuovi alberelli al suo posto. In questo modo il rinnovamento boschivo della Lettonia è aumentato, dai 32.000 ettari dell 2010 ai 41.700 del 2015.

In questo contesto anche l’estrazione del legname dalle foreste lettoni è aumentato, mantenendosi però sempre su livelli di sostenibilità, rispetto al rinnovamento delle foreste. Ogni anno in Lettonia si producono in media dai 10 ai 12 milioni di metri cubi di legname, ma la crescita forestale è intorno ai 25 milioni di metri cubi annui.
L’industria del legno e la relativa esportazione all’estero, è una delle voci più importanti dell’economia lettone, su cui in questi anni si è appoggiata la crescita del prodotto interno lordo del paese.

La Lettonia è attualmente il quarto paese europeo per estensione media di superficie boschiva, rispetto al totale del territorio,con il 52%. Al primo posto si trova la Finlandia, con il 66%, davanti a Svezia e Slovenia con il 62%.
Āris Jansons, dell’istituto di ricerca forestale di Silava, sottolinea però che i boschi lettoni sono per loro natura fra i più accessibili per le persone, e quindi si prestano particolarmente per attività all’aria aperta, sport, andare in cerca di funghi e frutti di bosco. Attività che nella popolazione lettone sono molto popolari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: