La storia del libro in Lettonia in mostra alla Biblioteca nazionale a Riga

Apre oggi “Grāmata Latvijā”, un’esposizione permanente dalle Sacre Scritture ai romanzi dell’800 fino alle enciclopedie del ‘900, sulla storia dell’editoria in territorio lettone, in occasione dei 97 anni dalla nascita della Biblioteca nazionale.


Una mostra straordinaria e unica, quella che si apre oggi alla Biblioteca nazionale di Riga. “Grāmata Latvijā” (Il libro in Lettonia), l’esposizione permanente dedicata alla storia del libro in Lettonia viene presentata al pubblico in occasione del 97° anniversario dalla nascita della Biblioteca nazionale di Lettonia, che oggi ha sede nel Gaismas pils.

La mostra presenta un meraviglioso viaggio nella storia dell’editoria e del libro come oggetto d’arte e di design oltre che strumento e veicolo di cultura e fenomeno sociale e spirituale in grado di cambiare la società e gli individui.
L’idea di un’esposizione permanente sulla storia del libro in Lettonia nasce da molto lontano, fin dagli anni sessanta ma che finora non si era mai concretizzata fino in fondo.

“Siamo stati sicuri della possibilità di costruire la mostra solo nel 2015 – rivela la direttrice del progetto Inga Surgunte – quando abbiamo cominciato concretamente a lavorare all’esposizione”.

“Grāmata Latvijā” è una mostra unica, dedicata alla storia dell’editoria e del libro nel territorio lettone. Unica, sostiene la Surgunte, non solo per le tematiche ma anche riguardo al contenuto e alla concezione artistica dell’oggetto libro. Sarà l’occasione per seguire l’evoluzione del libro in Lettonia, sotto diversi aspetti come il contenuto, il design, la disponibilità e la diffusione.

Fra i gioielli e le curiosità presenti nella mostra, forse un posto particolare merita il libro “Grāfa lielmāte Genoveva”, la storia della contessa Genoveffa, un romanzo dell’ottocento scritto da Christoph von Schmid e tradotto in lettone dal tedesco da Ansis Leitāns, che ebbe un clamoroso successo editoriale in Lettonia a partire dal 1845. Un romanzo di passioni e tormenti, che suscitò grande interesse nei lettori dell’epoca e diventò il primo bestseller e un caso editoriale straordinario, un libro che passava di mano in mano, da campagna a campagna, di fattoria in fattoria.
Il libro già dopo tre anni dall’uscita fu ristampato in altre due edizioni, in decorazioni in bianco e nero e illustrazioni a colori, e poi in nuove traduzioni fino alla fine dell’ottocento.

La mostra è suddivisa in diverse sezioni, dalle Sacre Scritture e i libri dei Canti fino ai primi romanzi del XIX secolo e le enciclopedie del XX secolo.

One Trackback to “La storia del libro in Lettonia in mostra alla Biblioteca nazionale a Riga”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: