Il sorpasso: ZZS scavalca nei sondaggi Saskaņa

Il partito dei verdi e agricoltori dopo aver conquistato la guida del governo col nuovo premier Kučinskis, toglie il primato nei sondaggi al partito dei russofoni.


La lunga rincorsa di ZZS nei sondaggi sul gradimento dei partiti in Lettonia questo marzo ha fatto registrare un risultato sorprendente: secondo il sondaggio pubblicato da Latvijas Fakti, il partito dei verdi e agricoltori, per la prima volta nella sua storia è in testa nelle intenzioni di voto degli elettori lettoni. Perde così, dopo diversi anni, il primato il partito russofono socialdemocratico Saskaņa.

ZZS negli ultimi mesi ha guadagnato moltissimo terreno nei sondaggi, anche grazie alla conquista della guida del governo, con il nuovo esecutivo di centro destra varato dal premier Māris Kučinskis. Il partito dei verdi e agricoltori secondo Latvijas Fakti a marzo avrebbe il favore del 20,2% degli elettori, mentre i russofoni di Saskaņa si fermano al 17,9%.

Bisogna ricordare però che l’altro principale istituto di sondaggi lettone, SKDS, nello stesso mese di marzo ha pubblicato un sondaggio che sostanzialmente pone alla pari ZZS e Saskaņa intorno al 18%.

Dietro i due principali partiti lettoni si piazza il partito nazionalista lettone Visu Latvijai!-Tēvzemei un brīvībai con il 9% dei consensi, mentre Vienotība, il partito che ha guidato i precedenti esecutivi con Valdis Dombrovskis e Laimdota Straujuma, sembra almeno arrestare l’emorragia di voti mantenendosi appena sopra la soglia di sbarramento, al 5,5%.

Secondo il direttore di Latvijas Fakti, Aigars Freimanis, la crescita dei consensi di ZZS si spiega proprio con la formazione del nuovo governo e con la fine del periodo di incertezza vissuto negli ultimi mesi del governo Straujuma. ZZS che adesso ha sia la guida del governo con Kučinskis e la presidenza della repubblica con Raimonds Vējonis, rappresenta un punto di riferimento di stabilità nel sentimento degli elettori lettoni.

Il consenso che si sta guadagnando il governo nei primi mesi della sua azione sta portando benefici dunque in particolare a ZZS, ritenuto dagli elettori l’asse portante della coalizione di centrodestra attualmente alla guida del paese.

Per Freimanis comunque la perdita del primato da parte di Saskaņa non è necessariamente un campanello d’allarme per il partito russofono, che può comunque contare sulla stabilità del proprio elettorato, che non scende sotto il 17% da diversi anni. Non sarebbe una sorpresa se Saskaņa tornasse presto in testa ai sondaggi.

Anche i nazionalisti di Visu Latvijai! con il loro 9% confermano la stabilità del proprio bacino elettorale, mentre per Vienotība, il partito di centro moderato che ha guidato il paese negli ultimi anni, crollato nei sondaggi da diversi mesi, sarà decisivo il congresso che si svolgerà il prossimo giugno, in cui il partito dovrà scegliere il suo nuovo leader.
Il candidato principale è Andris Piebalgs, ex commissario europeo, ed una delle personalità più riconosciute e stimate all’interno del partito, che potrebbe avere le carte in regola per cercare di risollevare la credibilità di Vienotība.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: