Inizia in Lettonia il campionato di calcio

La nuova stagione si apre fra luci ed ombre. Sparita la società più blasonata, lo Skonto Rīga, rimpiazzata da altre due squadre della capitale. Favoriti restano i campioni uscenti del FK Liepāja.


Inizia oggi la stagione calcistica in Lettonia, che nel paese baltico si svolge da primavera ad autunno, con diverse novità. Saranno otto le squadre che si disputeranno il titolo, dando la caccia ai favoriti campioni uscenti del FK Liepāja.

Quest’anno il torneo presenta subito una grande novità: mancherà al via la società più blasonata degli ultimi venti anni, lo Skonto Rīga, che è stato escluso dalla competizione per la situazione finanziaria in cui versava il club, che non ha permesso alla Federazione di accettare l’iscrizione al campionato.
Un’assenza molto grave, per una società che ha nella sua bacheca 15 scudetti e dieci coppe nazionali.

Dal punto di vista finanziario invece la buona notizia viene dall’accordo stretto in queste ultime ore dalla Lega lettone con lo sponsor “SynotTip”, un contratto che è stato definito il più importante e significativo della storia del calcio in Lettonia. Questo nonostante il calcio lettone abbia attraversato in questi ultimi anni i suoi momenti più difficili, fra crisi finanziarie delle società e soprattutto i tanti scandali legati al calcioscommesse.

Dal punto di vista tecnico sembra difficile che qualcuno possa insidiare i campioni in carica del FK Liepāja dal bis in campionato. Con un budget rinforzato dai 600 milioni dello sponsor Mogo, la squadra guidata da Māris Verpakovskis sembra avere tutte le carte in regola per poter recitare il ruolo di protagonista nel torneo.

L’unica squadra che sembra poter contendere il titolo al Liepāja è il Ventspils, in un derby tutto del Kurzeme che si profila da qui alla fine della stagione. Anche nella scorsa stagione i gialloblu sono stati l’ultima squadra ad arrendersi, piazzandosi al secondo posto finale.

Dietro alle due squadre del Kurzeme, dovrebbe trovare posto lo Jelgava come terza forza del campionato, se ripeterà le buone prestazioni della passata stagione. Daugavpils, Spartaks Jūrmala e Metta/LU, la squadra universitaria, dovrebbero contendersi gli altri posti alle spalle di questo terzetto.

Non ci sarà lo Skonto, ma la capitale lettone avrà due altre squadre al via, l’FC Riga e la Rīgas Futbola skola. Sul FC Riga ci sono state già alcune polemiche relative al nome scelto dalla società, Riga senza la ī come viene scritto in lettone (Rīga), forse per dare un’accento più internazionale al nome della nuova società.
Nei giorni scorsi un sito ucraino, ua-football.com, aveva rilanciato una notizia clamorosa, secondo la quale uno dei magnati russi più ricchi, Dmitrij Ribolovlev, proprietario fra l’altro del Monaco, aveva deciso di acquistare l’FC Riga, per farne una società satellite del Monaco, portando in questa società finanziamenti straordinari per il calcio lettone.
La notizia è stata però completamente smentita dai vertici della società, e non ha trovato conferme nei media lettoni.

L’altra squadra, la Rīgas Futbola skola, ha invece una storia particolare. Nasce come una scuola di calcio, una delle più popolari della città, ma da quest’anno ha deciso di provare la sfida del campionato. L’obbiettivo della società è quello di salvarsi e mantenere il posto nella Virslīga, ma alcuni innesti provenienti dallo Skonto potrebbero permettere qualche ambizione maggiore.
Giocherà nell’impianto collegato alla scuola di calcio, nell’Arkādijas Stadions di fronte ad Uzvaras parks, in attesa forse di un nuovo stadio nei prossimi anni.

Gli impianti di gioco sono uno dei veri problemi delle società lettoni. Solo quattro impianti su cui si giocheranno le gare di questo campionato rispettano i parametri richiesti dalla Federazione: sono quelli di Liepāja, Jūrmala, Ventspils e Jelgava. Un quinto stadio potrebbe essere quello dello Skonto a Riga, se l’FC Riga disputerà le proprie gare in questo stadio e non nell’Arkādijas Stadions come la Rīgas Futbola skola.

Non esiste invece al momento in Lettonia un impianto che rispetti totalmente i parametri Uefa per le gare internazionali.
L’ultima polemica di questi giorni riguarda la ricostruzione dello stadio Daugava. La Federazione lettone ha fortemente criticato la decisione del ministero dell’istruzione, che ha approvato un progetto che prevede la costruzione di un impianto più mirato alle manifestazioni di atletica leggera e di altri eventi anche non sportivi, come il Dziesmu svētki, piuttosto che concepire un impianto in grado di soddisfare i parametri Uefa per le gare internazionali.

Intanto oggi prende il via il campionato con l’esordio subito dei campioni in carica del Liepāja che ospitano lo Spartaks Jūrmala. Domani in programma FK Jelgava – Rīgas Futbola skola e FK Ventspils – Riga FC, mentre domenica chiuderà la prima giornata la sfida fra METTA/Latvijas Universitāte e Daugavpils.
Le squadre si incontreranno per quattro volte durante la stagione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: