Sono mancati 93 mila voti a Porziņģis per andare all’All Star Game

In queste ultime settimane tutta la Lettonia ha votato per il rookie lettone, per farlo entrare nel quintetto titolare della partita delle stelle NBA, ma 473 mila voti non sono bastati. Ora si spera nella scelta fra le riserve.

Kristaps
E’ stata una vera e propria mobilitazione, sotto le insegne del “Kristaps Porziņģis #NBAVote”, quella che è avvenuta in queste settimane in Lettonia sui social networks. Tutto il paese baltico ha provato a spingere il rookie lettone dei Knicks verso l’All Star Game, ma alla fine sono mancati circa 93 mila voti a Porziņģis per entrare nel quintetto titolare della Eastern Conference per la gara delle stelle NBA che si giocherà a Toronto.

Su twitter, facebook e nel sito della NBA sono stati tantissimi i lettoni che in queste settimane hanno votato ripetutamente per Porziņģis, scatenando una campagna nel paese che ha avuto pochi precedenti.
La televisione lettone è stata fra le prime a lanciare la campagna #NBAVote per il cestista lettone, con molti spot televisivi e in tutti i propri siti e social network. Ma non è mancato neanche il sostegno delle istituzioni del paese, a cominciare dal presidente della repubblica.

Anche se Porziņģis non è riuscito ad entrare nel quintetto base dell’All Star Game, questa mobilitazione è stata il segno dell’interesse e dell’orgoglio con cui il paese baltico segue le gesta del loro atleta nell’NBA.

Nel quintetto dell’Est giocheranno LeBron James (Cleveland Cavaliers), Paul George (LA Clippers), Carmelo Anthony dei Knicks, compagno di squadra di Porziņģis, Dwayne Wade dei Miami Heat e Kyle Lowry dei Toronto Raptors.
Nel quintetto dell’Ovest i più votati sono stati Kobe Bryant (LA Lakers), Kevin Durant (Oklahoma Thunder), Kawhi Leonard (San Antonio Spurs), Stephen Curry (Golden State Warriors) e Russell Westbrook (Oklahoma Thunder).
L’All Star Game si giocherà il prossimo 14 febbraio a Toronto.

Porziņģis comunque è praticamente certo di andare a Toronto. La speranza è ancora quella di partecipare alla gara delle stelle principale, se sarà scelto dai coach dell’Est fra le riserve. Ma in ogni caso sarà certamente fra le fila della squadra dei rookie, visto il suo grande impatto nell’NBA e i numeri dei suoi primi quattro mesi nella lega, che lo ha premiato già per due mesi consecutivi come miglior rookie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: