L’Estonia si ingrandisce. Scoperte dai cartografi 800 nuove isolette

Il territorio estone si allarga per circa 100 km. quadrati. Le precedenti carte di origine sovietica non erano particolarmente accurate. Le 800 nuove isolette registrate per la maggior parte non superano un ettaro di estensione.

Foto da visitestonia.com
L’Estonia si ingrandisce per circa 100 km. quadrati. Nuove e più approfondite ricerche dei cartografi hanno evidenziato la presenza di circa 800 di nuove, piccole isolette che finora non risultavano registrate nelle carte, frutto delle vecchie e poco accurate ricerche di epoca sovietica.

Sono passati oltre venti anni dalle ultime ricerche cartografiche, in cui erano segnalate 1521 isole nel territorio estone. Le nuove ricerche hanno aumentato di un quarto il numero delle isole estoni, che ora sono 2222, che salgono a 2355 se si contano anche le isole d’acqua dolce.
Le ultime ricerche sono state effettuate utilizzando gli strumenti più moderni, compreso foto aeree e scansioni laser.

Le nuove isole scoperte nel mar Baltico, nelle acque territoriali estoni sono molto piccole in genere. Solo 318 delle 800 nuove scoperte superano un ettaro di estensione. Ma mettendole tutte insieme coprono un territorio di oltre 100 km. quadrati.

Le nuove ricerche hanno evidenziato anche che il territorio estone, a nord ovest, ha accresciuto le proprie terre rispetto al livello del mare, e questo ha probabilmente portato anche ad un aumento del numero delle isolette rispetto alle rilevazioni precedenti. L’accuratezza delle ricerche e degli strumenti tecnologici a disposizione degli studiosi ha permesso dunque la rilevazione delle isolette emerse e di quelle che erano sfuggite ai cartografi oltre venti anni fa.
Le nuove rilevazioni e il cambiamenti del livello dell’acqua sulle coste estoni hanno anche portato ad una modifica del disegno del litorale dell’Estonia.

Fra le oltre duemila isole estoni solo 14 superano i quattro km. quadrati: sono  Saaremaa, Hiiumaa, Muhu, Vormsi, Kasari, Naissaar, Kihnu, Grande e Piccolo Pakri, Ruhnu, Abruka, Vislanda, Prangli e Osmusaar.
La maggior parte delle isole estoni non superano lo 0,1 km. quadrato e sono troppo piccole per attirare l’interesse dei turisti, nonostante il meraviglioso panorama che possono offrire.

In genere in queste isolette si trovano piccolissimi villaggi e i servizi sono molto limitati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: