Reirs: “La Lettonia è in grado di vivere senza debiti”

Il ministro delle finanze lettone sottolinea come il paese baltico sia quello che ha ridotto maggiormente il suo debito pubblico in Europa (Eurostat). Già restituiti 3,4 miliardi dei 4,4 ricevuti da FMI e UE durante la crisi del 2009.

Jānis Reirs
I dati di Eurostat dicono che la Lettonia è il paese europeo che ha fatto registrare il calo maggiore del proprio debito pubblico in Europa e il ministro delle finanze lettone Jānis Reirs sottolinea come l’impegno della Lettonia sia fortemente indirizzato verso la riduzione del debito.

“La Lettonia dimostra sempre di più di poter adempiere in buona fede agli impegni contratti con i creditori – sostiene il ministro delle finanze Reirs – mantenendo la disciplina fiscale, con lo scopo di non vivere sui debiti. Durante il periodo della crisi economica (2008 / 2009) il nostro paese ha ricevuto un prestito internazionale molto importante, e adesso possiamo dire di aver onorato i nostri impegni. Anche se l’economia lettone sta crescendo un po’ più lentamente rispetto agli ultimi anni, il prodotto interno lordo della Lettonia cresce sempre su ritmi fra i più alti in Europa. Adesso tutta l’Eurozona sta attendendo di vedere se anche la Grecia riuscirà a comportarsi responsabilmente e a mantenere le proprie promesse, realizzando le riforme”.

Rispetto all’ultimo trimestre del 2014, nel primo trimestre di quest’anno il debito pubblico complessivo della Lettonia è diminuito del 5,1% rispetto al prodotto interno lordo, principalmente a causa della seconda tranche di rimborso dei prestiti alla Commissione Europea, secondo il programma concordato dai creditori internazionali durante la crisi del 2009.
Con questa riduzione, il debito lettone è diventato il quarto debito più basso fra i paesi membri dell’Unione Europea.

Il programma di finanziamenti internazionali per il salvataggio dell’economia lettone durante la crisi del 2009 prevedeva un piano di prestiti di circa 7,5 miliardi di euro da parte di UE, FMI e Banca Mondiale. La rapida implementazione delle riforme e il successivo miglioramente dei dati macroeconomici ha permesso alla Lettonia di rinunciare ad una parte significativa dei prestiti concordati. La Lettonia alla fine ha utilizzato solo 4,4 miliardi di euro dei prestiti, e 3,4 miliardi sono già stati rimborsati dal paese baltico in questi anni.
Nello stesso tempo la Lettonia è diventata uno dei paesi con la crescita economia più alta in Europa e nel gennaio 2014 è entrata nell’eurozona.

One Comment to “Reirs: “La Lettonia è in grado di vivere senza debiti””

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: