L’incremento del salario minimo in Lettonia

Quest’anno è passato da 320 a 360 euro al mese, per il 2016 si parla di un ulteriore aumento. Un provvedimento che riguarda quasi 200 mila lavoratori lettoni.


Dopo gli aumenti di quest’anno che hanno fatto registrare un incremento di 40 euro del salario minimo in Lettonia, portandolo da 320 a 360 euro mensili, nel paese baltico si discute di un ulteriore aumento che potrebbe partire dal prossimo anno.

L’aumento del salario minimo riguarda in Lettonia circa 187 mila lavoratori: non solo quelli che attualmente sono pagati al minimo salariale, ma anche funzionari pubblici e impiegati, il cui stipendio è calcolato sulla base di coefficienti che partono proprio dal livello del salario minimo.

L’ufficio centrale di statistica calcola poi che gli effetti di una variazione del salario minimo potrebbero toccare circa un quarto dei lavoratori del paese baltico, mettendo insieme tutte le catogorie interessate ai provvedimenti all’esame del governo. Rispetto allo scorso anno il numero dei lavoratori che percepiscono il salario minimo è aumentato di 3000 unità.

Il ministero dell’economia è favorevole ad un aumento del salario minimo di 15 euro, portandolo nel 2016 a 375 euro. Ma non tutti all’interno del governo la pensano allo stesso modo. Il ministero del welfare vorrebbe un aumento più contenuto, intorno ai 7 euro, se non addirittura un sostanziale blocco degli aumenti per il prossimo anno.
All’interno della coalizione di governo il partito che spinge di più per un aumento dei salari minimi è Vienotība, il partito della premier Laimdota Straujuma, che vorrebbe per il 2016 un incremento pari a 40 euro mensili.

Gli effetti positivi su un ulteriore incremento dei salari minini nel paese, secondo il ministero dell’economia, si avrebbero sul potere d’acquisto delle famiglie con scarse fonti di reddito, ma anche sugli sforzi del paese baltico di limitare il flusso di emigrazione all’estero dei lavoratori lettoni.

Attualmente il salario minimo in Lettonia è il sesto più basso fra i 22 paesi dell’Unione Europea in cui esiste il “salario minimo garantito”. Il ministero dell’economia sta cercando di avvicinare il livello del salario minimo lettone alla media europea.

Chi si oppone all’aumento del salario minimo parla invece di un’influenza negativa di tali provvedimenti sulla capacità di concorrenza della aziende lettoni ma anche sui rischi di un incremento del lavoro nero.

Quest’anno i salari minimi sono aumentati in tutti e tre i paesi baltici: da 320 a 360 euro in Lettonia, da 290 a 300 euro in Lituania, e da 355 a 390 euro in Estonia. In base a questi dati la Lituania ha il quinto salario minimo più basso d’Europa, la Lettonia il sesto, l’Estonia il nono.

One Trackback to “L’incremento del salario minimo in Lettonia”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: