Laligaba 2014: miglior romanzo “”Klūgu mūks” di Inga Ābele. Con Dace Meiere vince anche la Toscana

Trionfano le scrittrici. La Meiere vince per la traduzione di ”Maledetti toscani” di Curzio Malaparte. Inga Gaile si aggiudica la categoria ragazzi e miglior debutto per Katrīna Rudzīte. Uldis Bērziņš vince il premio per la poesia.

Inga Ābele premio per la narrativa. Foto Ieva Čika. Leta

Inga Ābele premio per la narrativa. Foto Ieva Čika. Leta

Si è svolta ieri la cerimonia di assegnazione dei premi per la letteratura lettone del 2014, uno degli avvenimenti più importanti dell’anno per la letteratura lettone. L’hanno fatta da padrona le scrittrici donne, che hanno vinto quasi in tutte le categorie, ad eccezione della poesia.

C’è anche un pezzo di Toscana nei premi di quest’anno, grazie alla splendida traduzione di Dace Meiere di “Nolādētie toskānieši” (Maledetti toscani) di Curzio Malaparte, una traduzione in cui la Meiere ha davvero saputo rendere con grande efficacia non solo la lingua ma anche il modo di esprimersi e il carattere di Malaparte e dei maledetti toscani di cui parla il libro.

Dace Meiere, premio per la migliore traduzione. Ieva Čika / Leta

Dace Meiere, premio per la migliore traduzione. Ieva Čika / Leta

Nella narrativa ha trionfato come previsto il bellissimo romanzo di  Inga Ābele “Klūgu mūks”, che racconta la storia del prete cattolico Francis Trasuns, che dal nativo Latgale riesce ad arrivare, primo latgaliano della storia, nel parlamento lettone durante la prima indipendenza del paese. E’ un romanzo che sullo sfondo della storia di Trasuns descrive con uno straordinario spaccato della storia del Latgale nel primo novecento.

Come migliore opera per la categoria ragazzi è stata scelta la raccolta di poesie “Vai otrā grupa mani dzird?” di Inga Gaile, giovane poetessa già affermatasi nel recente passato con altre raccolte di poesie e che questa volta si è cimentata con particolare successo nella poesia dedicata ai bambini.

Miglior debutto della stagione letteraria 2014 in Lettonia è stato giudicato quello di Katrīna Rudzīte con la raccolta i poesie „Saulesizplūdums”. In questa categoria forse la sorpresa maggiore, per la mancata affermazione del romanzo di debutto di Daina Tābuna, “Pirmā reize”, salutato alla sua uscita da un generale tributo di consensi della critica.

L’unico premio che non è andato ad una scrittrice è quello della categoria poesia, dove ha trionfato uno dei poeti più famosi e importanti oggi in Lettonia, Uldis Bērziņš con il suo  „Izšūpojušies. Bibliotēka ostmalā”.

Il premio alla carriera quest’anno è stato assegnato a Leons Briedis, eccelso poeta, scrittore e traduttore (fra le sue traduzioni anche un’opera di Eugenio Montale).

One Trackback to “Laligaba 2014: miglior romanzo “”Klūgu mūks” di Inga Ābele. Con Dace Meiere vince anche la Toscana”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: