La 12° Saeima lettone: il 40% di volti nuovi, e alcune bocciature eccellenti

Gli elettori hanno confermato i principali partiti, ma con le preferenze hanno cambiato il volto del parlamento. La grande bocciata è l’ex speaker Solvita Āboltiņa, e questo sarà un problema per Vienotība.

Solvita Āboltiņa

Solvita Āboltiņa

La legislatura precedente, come pure con ogni probabilità la stessa sarà anche la coalizione di maggioranza, formata dai partiti lettoni di centrodestra. Ma la richiesta di cambiamento degli elettori lettoni si è manifestata nelle preferenze: ben il 40% dei deputati sono facce nuove per il parlamento, e le urne hanno bocciato alcuni “mostri sacri” della politica lettone.

Dell’esordiente più famoso, fra i nuovi deputati, Artuss Kaimiņš vi abbiamo già parlato, ma oltre allo scandaloso attore-conduttore, ci sono moltissimi altri volti nuovi fra i parlamentari della nuova legislatura in Lettonia.

Ovviamente al debutto sono i deputati dei due nuovi partiti, No sirds Latvijai e Latvijas Reģionu apvienība, sette per ciascuno, che entrano per la prima volta in parlamento. Ma almeno i due leader di NSL e LRA sono personalità molto conosciute nel panorama politico-economico lettone.

La leader di NSL è Inguna Sudraba, ex revisore dei conti, di cui vi abbiamo già descritto l’immagine controversa che si porta dietro per le sue ambigue frequentazioni con attivisti russofoni e il mistero di un suo viaggio a Mosca, sempre negato ma di cui ci sono dei video, col padre di un funzionario dell’ambasciata russa a Riga considerato una spia dal governo lettone.

Mārtiņš Bondars è invece un economista, che ha alle spalle anche un esperienza come consigliere per l’economia dell’ex presidente Valdis Zatlers. Spesso è stato accostato in questi anni ad incarichi politici, poi alcuni mesi fa ha preso le redini di LRA, una formazione politica che riunisce alcune liste locali e che alla fine ha ottenuto un buon consenso. Potrebbe anche entrare in un futuro governo, se la coalizione di centro destra si allargherà anche a LRA.

Un volto famoso prestato alla politica è invece quello del regista e storico Edvīns Šnore, che si è candidato in Vidzeme per Nacionālā apvienība e dovrebbe aver conquistato il suo seggio da deputato.

Ma a fare scalpore sono soprattutto alcune bocciature. Una su tutte, quella di Solvita Āboltiņa, vera leader di Vienotība, il partito alla guida del paese dal 2009, e che per due legislature consecutive è stata la speaker del parlamento.

Nel suo collegio in Kurzeme, la Āboltiņa ha preso diverse preferenze, ma anche molti segni negativi (in Lettonia si può votare a favore ma anche contro ogni singolo candidato della propria lista). Un segno della forte divisione che da sempre ispira la Āboltiņa nel proprio elettorato. Politico di grande personalità ma che a molti appare algida e poco simpatica, espressione del potere che spesso i lettoni considerano distante.

La Āboltiņa si è piazzata quarta di lista in Kurzeme, dove il suo partito ha ottenuto tre seggi. Potrebbe rientrare in parlamento sono per l’eventuale rinuncia di qualche altro deputato eletto nella sua circoscrizione, se ad esempio uno dei primi tre eletti diventasse ministro e dovesse lasciare il suo seggio in parlamento.

La bocciatura della Āboltiņa in realtà apre un grave problema interno a Vienotība. L’ex speaker della Saeima è infatti il vero leader del partito, quella capace di tenere insieme, grazie alle proprie capacità politiche, un partito che è fatto di molte anime e molte correnti. La sua assenza in parlamento e la debolezza che le deriva dalla mancata elezione potrebbe avere conseguenze pericolose per la stabilità del gruppo parlamentare e del partito stesso.

Molto bene invece per Vienotība è andata la premier Laimdota Straujuma, candidata in Vidzeme, segno positivo sul gradimento dell’ultimo governo e soprattutto un lascia passare per la riconferma alla guida dell’esecutivo. Ottimo risultato anche per l’altro candidato “locomotiva” di Vienotība, il ministro degli esteri Edgars Rinkēvičs, che ha fatto il pieno di preferenze a Riga, collegio sempre complicato per il partito.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: