Alla scoperta dei castelli della Lettonia: Ēdole e Ventspils

Prosegue il viaggio di Baltica nei castelli e siti storici più interessanti della Lettonia. Oggi andiamo in Kurzeme, a Ēdole e Ventspils.

Ēdoles pils

Ēdoles pils

I castelli della Lettonia. Un tesoro ancora tutto da scoprire, e in alcuni casi anche da ricostruire. Ma negli ultimi anni nel paese baltico è cresciuta molto l’attenzione e la cura nei confronti dei castelli e dei siti di valore storico della Lettonia. Noi proviamo a presentarvene alcuni: oggi Ēdoles pils e Ventspils pils.

Ēdoles pils

Il castello di Ēdole, che si trova nella regione del Kurzeme, a metà strada fra Kuldīga e Alsunga, è stato costruito nel 1264.
All’inizio era il castello del vescovo del Kurzeme, ma nel 1561, dopo il crollo della Confederazione livone, è stato acquistato dal nobile tedesco Ulrich von Behr di Hannover.

Nel sedicesimo secolo si suppone siano stati eseguiti i lavori di costruzione della seconda ala del castello e della torre circolare. Nei secoli successivi il castello ha subito varie demolizioni e ricostruzioni, perdendo progressivamente il suo scopo militare ed assumento funzioni di rappresentanza.

Fra il 1835 e il 184o furono fatti eseguire dal barone Adolf Werner von Behr lavoro di ricostruzione del palazzo e di rimozione di alcune parti, trasformando la facciata del castello in stile neogotico.
Durante i moti rivoluzionari del 1905 e l
a repressione successiva del 1906 da parte dell’impero zarista, anche il castello di Ēdole ha subito attacchi e danneggiamenti. I successivi lavori di ricostruzione hanno semplificato la struttura del palazzo.

Dopo la seconda guerra mondiale le stanze del castello servirono per il soggiorno degli invalidi della città del distretto di Kuldīga. Negli ultimi decenni il castello è passato di proprietà più volte.
Oggi è di proprietà privata ma viene utilizzato anche per l’organizzazione di eventi e conferenze.

Ventspils pils

Il castello di Ventspils, l’importante città sulla costa del baltico nella regione del Kurzeme, è il più antico edificio attualmente presente nella zona di Ventspils. Si ritiene che la sua costruzione sia datata intorno alla fine del trecento.

La sua costruzione originariamente è stata progettata per ospitare un convento, e la sua struttura lo testimonia, con il chiostro interno. Ma lo si considera oggi anche come la fortezza medievale lettone che meglio ha mantenuto la sua struttura originaria.

La cappella del castello è la chiesa più antica che si sia conservata in Kurzeme.
Dal 13° al 16° il castello è stato utilizzato dall’Ordine dei livoni. La struttura è stata in seguito utilizzata come chiesa evangelica luterana (1706–1835), poi chiesa ortodossa (1845–1901) e una prigione (1832–1959).

Durante il periodo sovietico la struttura è servita poi alle autorità sovietiche come sede amministrativa dell’esercito. Nel 1983 l’esercito sovietico ha lasciato il castello e dal 1997 sono iniziati i lavori di restauro e rifacimento, che hanno svelato sotto diversi strati di intonaco frammenti pittorici, resti archeologici.
Dal 2001 è diventato un museo che ospita diverse mostre ed eventi legati alla storia della città di Ventpils e dei suoi dintorni.
(2° puntata)

Vedi anche le altre puntate del viaggio fra i castelli della Lettonia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: