Obama in Estonia prima del vertice Nato: segnale di attenzione verso i paesi baltici

L’ambasciatore lettone alla Nato Māris Riekstiņš sottolinea l’importanza che gli Usa danno al loro rapporto con i paesi dell’Europa dell’est e i baltici. Non solo basi militari, ma capacità di agire prontamente.

Obama nella foto al suo arrivo a Tallin.

Obama nella foto del suo arrivo a Tallin.

Le questioni sul tavolo del prossimo vertice Nato che si terrà domani e venerdì in Galles non sono riguardano soltanto le basi militari da creare ai confini nord orientali del patto atlantico, ma anche misure che diano ai militari Nato la capacità di agire prontamente in caso di necessità. Questo afferma l’ambasciatore lettone alla Nato Māris Riekstiņš, mentre Obama oggi è a Tallin in Estonia ad incontrare i presidenti dei tre paesi baltici.

Secondo Riekstiņš le preoccupazioni dei paesi baltici sull’evolversi della crisi fra Ucraina e Russia sono ascoltate con molta attenzione all’interno della Nato e soprattutto dagli Usa. E la prova di questa attenzione sta proprio nel fatto che Obama, prima del vertice della Nato di domani in Galles, sia volato a Tallin per incontrare i tre presidenti baltici.

Un segnale molto importante non solo per Estonia, Lettonia e Lituania, ma anche per tutti i paesi membri della Nato vicini al confine orientale, che guardano con maggiore preoccupazione all’attuale politica estera del Cremlino. Del resto sottolinea l’ambasciatore lettone alla Nato, il peggiorare della crisi in Ucraina tocca non solo gli interessi e le preoccupazioni degli stati più vicini al confine russo, ma riguarda tutta l’Europa e tutti i paesi membri del patto.

Per Riekstiņš la visita di Obama in Estonia è un messaggio di solidarietà ai baltici, che più di tutti gli altri popoli europei del patto di Varsavia hanno sofferto l’occupazione sovietica nei loro paesi, e la conferma del rapporto particolarmente stretto che gli Usa vogliono mantenere con Estonia, Lettonia e Lituania.

Prima del vertice Nato in Galles infatti Obama vuole conoscere con precisione, sostiene Riekstiņš, il punto di vista dei paesi baltici sulla crisi fra Ucraina e Russia e quello che questi paesi si attendono dal vertice del patto atlantico.
Già in queste settimane del resto all’interno della Nato è stato molto intenso il dibattito sulle misure da prendere per rendere più efficaci le misure di sicurezza dei paesi ai confini nord orientali del patto e migliorare la capacità di risposta immediata delle forze Nato nei confronti di eventuali attacchi.

Per Riekstiņš l’attuale scenario internazionale non fa pensare a rischi immediati per i paesi membri, compresa la Lettonia, ma non si può negare che il livello di insicurezza generale nel continente europeo sia aumentato a causa della crisi in Ucraina e la politica aggressiva del Cremlino.
Il compito della Nato è proprio quello di prevedere scenari possibili e predisporre tutte le misure necessarie per rispondere ad ogni possibilità.

Fra le misure che verranno discusse al vertice della Nato c’è sicuramente in primo piano il rafforzamento e la maggiore visibilità della presenza delle forze dell’alleanza nei paesi baltici e in Polonia.
Si è parlato prima di vere e proprie basi militari, ma l’idea principale che si fa strada e che già è stata accennata da Rasmussen, è quella della preparazione di un contingente di alcune migliaia di uomini, a rotazione proveniente da ogni stato membro, che possa essere nelle condizioni di agire con rapidità, pur senza avere basi militari fisse.

Anche il controllo dello spazio aereo su baltici e Polonia dovrà essere rafforzato. Negli ultimi mesi, ed in particolare nelle ultime settimane, sono sempre di più gli avvistamenti di navi da guerra e aerei militari russi ai margini dello spazio aereo e delle acque territoriali lettoni e degli altri paesi baltici.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: