Ogni base dovrebbe avere a disposizione circa 600 militari, per un totale che potrebbe avvicinarsi ai 4000 soldati, che formeranno unità di pronto risposta in caso di emergenza e di attacco nei territori dei paesi membri, nelle prime ore dopo l’eventuale attacco.