Il Dainu skapis, il mobile più famoso della Lettonia, è giunto nella nuova sede della Biblioteca Nazionale

Contiene gli oltre 200 mila testi delle canzoni popolari raccolte da Krišjānis Barons. E’ patrimonio dell’Unesco ed è stato assicurato per un milione di euro.

L’ospite più atteso è giunto, a pochi giorni dall’inaugurazione ufficiale della nuova sede della Biblioteca Nazionale lettone, che si terrà venerdì. Si tratta del “Dainu skapis”, letteralmente “l’armadio delle canzoni popolari”, uno dei simboli del patrimonio culturale e tradizionale lettone.

Il Dainu skapis fu costruito nel 1880 in Russia. Lo commissionò ad un falegname russo Krišjānis Barons, il padre delle canzoni popolari lettone, lo studioso e letterato che dette il maggiore impulso alla ricerca e catalogazione delle centinaia di migliaia di canzoni tradizionali del folklore lettone che da centinaia d’anni venivano tramandate oralmente e cantate dai lettoni nel corso dei secoli.

Il patrimonio artistico e culturale delle dainas, così vengono chiamate le canzoni tradizionali popolari lettoni, è unico e rappresenta un vero tesoro dal punto di vista linguistico e della conoscenza della storia e delle tradizioni della vita del popolo lettone.

Barons attraverso vari collaboratori sparsi per la Lettonia, si faceva spedire i testi in Russia, dove a quel tempo lavorava, e trascriveva a mano su piccoli foglietti le strofe delle canzoni, che spesso erano formate da un’unica quartina. Poi raccoglieva i foglietti nelle scatoline che si usavano in Russia per tenere le cartine delle “papirosi”, le classiche sigarette russe.

Quando il numero delle canzoni raccolte raggiunse un alto livello, oltre centomila, Barons iniziò a pensare ad un sistema per poter catalogare e conservare questi foglietti. Disegnò il modello di un armadio e lo fece costruire: l’armadio, il Dainu skapis, è formato da 70 cassetti, disposti lungo due file, ogni cassetto a sua volta ha al suo interno 20 scompartimenti. Raccoglie oggi quasi 218 mila testi delle canzoni popolari lettoni, divise per argomento e provenienza territoriale. Nel 1889 Barons decise di rientrare in Lettonia per dedicarsi completamente alla raccolta dei testi delle canzoni e portò con sé ovviamente anche il prezioso Dainus skapis.

L’originale Dainus skapis finora si trovava all’Accademia delle Scienze di Lettonia, ma nel progetto della nuova Biblioteca Nazionale lettone, con la costruzione del Gaismas pils (il Castello di luce), si è pensato di dedicare un posto di primo piano al Dainu skapis, che ha trovato la sua nuova collocazione al quinto piano del Gaismas pils.
Una copia esatta del Dainus skapis si può anche visitare al museo dedicato a Krišjānis Barons in Barona iela.

Il Dainu skapis, che è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco fra le “Memorie del mondo”, è stato assicurato per 1 milione di euro ed il suo trasporto è stato compiuto con straordinari mezzi di sicurezza. Alla cerimonia per l’arrivo del Dainus skapis nella nuova sede della Biblioteca Nazionale hanno partecipato numerose personalità del mondo culturale e accademico lettone, fra cui il direttore della Biblioteca Nazionale Andris Vilks, il direttore del Castello di Rundāle Imants Lancmanis e il compositore Pēteris Vasks.

Dainu skapis. Foto: Edgars Kalmēns/TVNET

Ieri sono stati inaugurati altri tre piani dell’edificio dal 4° al 6°. Fino ad oggi infatti la nuova sede della Biblioteca Nazionale è stata accessibile per i lettori nei suoi primi tre piani, mentre visite guidate erano possibili nel resto dell’edificio, composto da undici piani.

L’inaugurazione ufficiale con l’apertura di tutti i piani al pubblico è fissata per venerdì prossimo, 28 agosto, anniversario di nascita della Biblioteca Nazionale lettone.
I primi libri sono giunti al Gaismas pils lo scorso 18 gennaio, attraverso una enorme catena umana che ha permesso di collegare una delle vecchie sedi della Biblioteca nazionale, in Barona iela, con il nuovo edificio avveniristico sorto sull’altra sponda della Daugava a Riga.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: