Un duello baltico per la successione a Van Rompuy alla guida del Consiglio europeo

Per l’Economist gli ex premier estone Ansip e lettone Dombrovskis sarebbero due fra i candidati più forti per la presidenza del Consiglio, che scadrà il prossimo 31 ottobre.

Andrus Ansip e Valdis Dombrovskis. Foto Leta

Andrus Ansip e Valdis Dombrovskis. Foto Leta

Potrebbe essere un duello tutto baltico la corsa verso la presidenza del Consiglio europeo, posto attualmente occupato dal belga Van Rompuy. Alla carica, che scadrà il prossimo 31 ottobre, potrebbero ambire infatti l’ex premier estone Andrus Ansip e l’ex premier lettone Valdis Dombrovskis.

Due figure e due storie in qualche modo simili, quelle di Ansip e Dombrovskis. Entrambi protagonisti di anni di governo nel proprio paese, entrambi protagonisti soprattutto dell’ingresso dei propri paesi nell’eurozona. Ed entrambi hanno scelto di dimettersi alcuni mesi fa, per motivi apparentemente diversi, ma che oggi li proiettano in ruoli importanti a livello europeo, anche in considerazione del buon lavoro svolto nella loro attività di governo nazionale.

Altra cosa in comune fra i due, il fatto di essere stati scelti già dai propri governi come candidati di Estonia e Lettonia per il posto di commissari europei nella prossima Commissione, guidata da Junker.

Ma, secondo quanto sostiene un altro neo eurodeputato lettone, l’ex ministro della difesa Artis Pabriks, Dombrovskis potrebbe essere uno dei candidati potenzialmente più forti per succedere a Van Rompuj alla guida del Consiglio europeo.
Proprio nel periodo della scelta del primo presidente del Consiglio europeo, era stata forte la candidatura di un’altra personalità lettone di grande prestigio, l’ex presidente lettone Vaira Vīķe-Freiberga.

Anche l’Economist fa alcuni nomi per la corsa alla successione di Van Rompuy, e fra questi inserisce anche gli ex premier lettone ed estone. I candidati più forti per l’influente giornale britannico sarebbero appunto Ansip, Dombrovskis, l’ex premier finlandese Katainen e il premier irlandese Enda Kenny.
Dombrovskis, Katainen e Kenny erano stati fra l’altro già candidati all’interno del PPE nella corsa per la presidenza della Commissione Europea. Dombrovskis ritirò la sua candidatura pochi giorni prima della scelta ufficiale del PPE, che poi cadde su Junker.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: