Le dimissioni del ministro della salute Ingrīda Circene

Pressioni politiche, mancanza di finanziamenti ulteriori per il suo settore e problemi di salute all’origine della decisione.

Foto Kasjauns.lv
Il ministro della salute lettone Ingrīda Circene (Vienotība) ha deciso di dimettersi dalla sua carica. Motivi politici alla base della sua decisione, in particolare riguardo alle questioni finanziarie legate al mondo della sanità lettone e a pressioni della politica nei suoi confronti.

Quella della Circene era una permanenza ormai “sofferta” da molto tempo alla guida della sanità del paese baltico, stretta fra la morsa di un bilancio da rispettare e che non consentiva grandi risorse aggiuntive per la sanità e le pressioni delle associazioni di categoria, in particolare dei medici, per aumenti salariali.

“Credo sia chiaro ad ogni cittadino lettone – afferma l’ex ministro – che per il miglioramento della situazione nel settore della salute sono fondamentali riforme e finanziamenti, che al momento non sono disponibili dal bilancio dello stato. Anche dopo il cambio alla guida del governo (a gennaio Laimdota Straujuma ha sostituito il dimissionario Valdis Dombrovskis ndr), la situazione non è cambiata… Non posso più accettare, lavorando all’interno di questo esecutivo, che il ministero della salute non riceva risorse stabili e a lungo termine per aumentare il budget del settore e per risolvere molte questioni strategiche nella sanità lettone”.

Un atto d’accusa preciso dunque nei confronti dell’esecutivo  quello della ex ministro, che ha però aggiunto che alla base della sua decisione hanno influito anche le sue condizioni di salute, che in questi mesi non gli hanno permesso di lavorare con continuità. Da qui la decisione di dimettersi, per le pressioni politiche nei confronti della sua attività di ministro e per le condizioni di salute che non le permetterebbero di lavorare a pieno ritmo nella struttura di governo e del ministero.

Ma la televisione pubblica lettone LTV prevede già che nel prossimo futuro la Circene potrebbe avere un ruolo in Europa, in particolare nei gruppi di consulenza dell’Unione Europea che assistono i paesi membri nell’attuazione delle normative europee.

Intanto la premier Straujuma ha accettato le dimissioni della Circene senza sbilanciarsi su commenti riguardo alle “pressioni politiche” denunciate dall’ex ministro: “Dovete chiedere alla ministro, cosa intende per pressioni politiche. Al ministero comunque è necessario ci sia un ministro” riferendosi alle assenze della Circene causate dai suoi problemi di salute.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: