Studenti italiani tra i più felici della scelta di trascorrere un semestre o un anno accademico a Riga

Dal sondaggio realizzato da alcuni studenti con l’obiettivo di misurare la percezione della qualità della vita nella capitale della Lettonia è emerso un generale gradimento, con i nostri compatrioti tra i più soddisfatti.

IMG_5034
Riga è la città dei Paesi Baltici che vanta il maggior numero di studenti universitari: non sono infatti solo coloro che vi risiedono a scegliere uno dei corsi di laurea che le varie università offrono, ma vi affluiscono anche molti giovani provenienti dalle altre città lettoni e tantissimi altri studenti stranieri, europei e non, grazie ai vari programmi di scambio internazionali; Erasmus in testa.

Dato che il numero di questi ultimi in costante aumento, quest’anno circa 700 a semestre, è interessante verificare il loro livello di soddisfazione, insieme ovviamente a quello degli studenti locali, circa la qualità della vita nella capitale lettone.

Quasi il 90% di tutti i giovani intervistati si è dichiarato soddisfatto o molto soddisfatto di vivere a Riga, senza grandi differenze tra locali e stranieri e con gli italiani leggermente più appagati rispetto alla media (93%). Soltanto il 4% del campione preso in considerazione afferma di non essere per niente soddisfatto.

Scendendo più nel dettaglio, i settori che registrano il maggior livello di gradimento sono quelli relativi alla pulizia della città, alla presenza di zone verdi ed alla vita sociale.

Per quanto riguarda quest’ultimo, la soddisfazione dei ragazzi stranieri è maggiore di quella dei locali, situazione giustificata dal fatto che gli studenti lontani da casa hanno generalmente più tempo libero e sono coinvolti dai numerosi eventi organizzati dai volontari del Gruppo Erasmus Riga.

Coloro che vivono in centro, vista anche la vicinanza dei parchi Esplanāde e Kronvalds, sono i più soddisfatti riguardo alla presenza di zone verdi in città, mentre, parlando della pulizia, emerge il fatto che gli studenti stranieri, tra i quali la quasi totalità degli italiani, considera Riga molto pulita; cosa in effetti vera se la si paragona a molte delle nostre città.

I nostri compatrioti considerano i costi dei beni di prima necessità generalmente “normali”, come anche la maggioranza degli altri studenti, mentre per quanto riguarda la percezione dei prezzi relativi agli eventi culturali ed alla vita notturna vi è una grande differenza tra studenti locali e stranieri, con il primo gruppo che li giudica “normali” ed il secondo, inclusa la quasi totalità degli italiani, che li considera invece generalmente bassi; valutazione ampiamente condivisibile se si tiene conto che la stragrande maggioranza delle discoteche del centro storico sono ad ingresso gratuito e che i prezzi dei posti popolari per assistere all’Opera al Teatro “Latvijas Nacionālā Opera” non superano solitamente i 10 euro.

Studenti locali e stranieri si dichiarano mediamente soddisfatti del livello d’insegnamento relativo ai diversi corsi di studio ed università, mentre tra i ragazzi lettoni emerge un forte malcontento riguardo alle prospettive occupazionali, segno che la disoccupazione giovanile non è soltanto un problema del nostro Paese.

Quasi il 90% degli intervistati considera Riga una città abbastanza sicura, percentuale che si abbassa di circa 15 punti se vengono presi in considerazione soltanto gli studenti che vivono fuori dal centro.

Riassumendo, il sondaggio evidenzia una generale soddisfazione di tutti i gruppi di studenti riguardo alla scelta di vivere e studiare a Riga, con gli stranieri leggermente più contenti dei loro colleghi locali. Il livello di soddisfazione generale dei nostri compatrioti è superiore alla media, cosa che contribuisce a spiegare come mai la Lettonia ed i Paesi Baltici in generale non siano più una meta sconosciuta nel nostro Paese ma attirino un numero sempre maggiore di studenti, consci del fatto che i tempi dell’URSS sono ampiamente superati e che qui si può apprezzare l’unicità di una cultura differente dalla nostra in città moderne e ben organizzate.

Giacomo Nicora – studente Erasmus a Riga

3 commenti to “Studenti italiani tra i più felici della scelta di trascorrere un semestre o un anno accademico a Riga”

  1. complimenti MR Giacomo Nicora un articolo ben scritto concordo all 100% sarei onorato di conoscerla

  2. Sono perfettamente d’accordo col sondaggio, specialmente sulla pulizia della città. Reputo Riga molto più curata della stragrande maggioranza delle città italiane

  3. ciao Giacomo Nicora, anch io sono uno studente italiano in erasmus a Riga e sono d’accordo su molte cose del tuo articolo. Ho trovato un buon livello dell’università e dei corsi che ho frequentato. La città artisticamente è molto più bella di quello che mi aspettavo e offre tantissimi divertimenti; in particolare la vita notturna non è niente male, più o meno si riesce a trovare qualcosa da fare quasi tutte le sere. I lettoni sono persone molto cordiali e con loro mi sono trovato subito bene facendo tante amicizie. Tra poco dovrò tornare in Italia ma spero un giorno di tornare a Riga anche solo per una breve vacanza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: