La Biennale di Venezia. NRJA presenta il primo database d’architettura modernista baltica

“L’architettura del dopo guerra: il modernismo lettone. Esiste?” Il Paglione lettone  alla Biennale d’architettura 2014

Il ristorante “Sēnīte” (1967); autostrada del Vidzeme 37.km / Linards Skuja, Andris Bite, G. Grīnbergs, R. Ozoliņš – dall'Archivio del Museo di'Architettura lettone

Il ristorante “Sēnīte” (1967); autostrada del Vidzeme 37.km / Linards Skuja, Andris Bite, G. Grīnbergs, R. Ozoliņš – dall’Archivio del Museo d’Architettura lettone

Venezia. In quest’edizione 2014, 7 giugno – 23 novembre 2014,  la Biennale ospita, tra le numerose partecipazioni nazionali, il progetto Unwritten, realizzato dallo studio NRJA (No Rules Just Architecture) di Riga.

Scelti per curare la partecipazione lettone alla Biennale, gli architetti del NRJA (Uldis Lukševics, Linda Leitane-Šmidberga, Zigmars Jauja, Ivars Veinbergs e Martinš Rusinš) hanno basato il loro ambizioso lavoro sull’asserto “there is (no) modernism in Latvia”: l’architettura modernista, sviluppatasi nel secondo dopoguerra in Lettonia, è esistita in quanto tale? Gli architetti portano avanti un lavoro sulla percezione e la conservazione degli edifici di questo periodo dell’archiettura baltica, facendo emerge in definitiva l’assenza di ricerca sul modernismo in Lettonia.

Scatto del Padiglione lettone. [da: il Mattino di Padova]

Scatto del Padiglione lettone. [da: il Mattino di Padova]

Il padiglione lettone  – ospitato per la prima volta entro le mura dell’Arsenale, al pari di quanto era successo nell’ultima edizione della Biennale d’Arte – si inserisce perfettamente nel tema ideato dal curatore dell’intera mostra, il premio Pritzker Rem Koolhaas: “Absorbing Modernity: 1914-2014 sottotitolo che riunisce gli studi realizzati dalle varie partecipazioni nazionali.

 

NRJA, che ha sviluppato in maniera estremamente diretta e accattivante lo spazio assegnato al padiglione lettone, argomenta dell’esistenza del modernismo in Lettonia, e della sua sostanziale negazione. Esso c’è, ma non è percepito, non è classificato come tale, non è studiato né è mai stato conservato. Giace in abbandono.

Da un lato, l’avversione generale dei lettoni per ciò che è stato creato durante l’occupazione sovietica e il richiamo a quell’ideologia; dall’altro, un’innegabile nostalgia per la “giovinezza” di quel periodo e una certa ammirazione dell’eredità sovietica.

Parte dell’architettura del secondo dopoguerra rientra già nello status di “momumento culturale”: si tratta di edifici che hanno oltre 50 anni. Eppure parte di questi hanno subìto una carenza di valutazione: il loro ruolo non è mai stato considerato nell’ambito del contesto architettonico nazionale; abbandonati, spesso demoliti e ricostruiti. Ecco il “ri-assorbimento del modernismo” in Lettonia, che cancella – secondo i curatori del padiglione – le tracce storiche del modernismo stesso.

Interessante caratteristica di Unwritten è che il progetto si continua a sviluppare attraverso i social media: tramite Facebook, ad esempio, dove è messo a disposizione gratuita il catalogo della mostra lettone, con l’invito a ogni visitatore di segnalare e aggiungere al database iniziato da NRJA altri esempi (lettoni) di modernismo.

L’ulteriore materiale così reperito diventerà parte della continuazione futura degli studi sul modernismo lettone. L’idea e lo scopo del progetto consistono nella creazione di un database digitale e di una lista di momumenti architettonici che documentino il modernismo in Lettonia, prima che venga del tutto “assorbito”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sesta partecipazione nazionale della Lettonia alla Biennale di Architettura di Venezia:

Commissario: Juris Poga.

Commissario Aggiunto: Andris Brinkmanis.
Curatore: NRJA (Uldis Lukševics, Linda Leitane – Šmidberga, Zigmars Jauja, Ivars Veinbergs, Martinš Rusinš).
Sede: Padiglione all’Arsenale
More on:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: