Sale la tensione a Riga in vista del 9 maggio. Minacce di attentati e scontri

E’ la data della vittoria sul nazismo, ma anche il giorno dell’orgoglio russo a Riga. La polizia di sicurezza ha chiesto al comune di vietare la “marcia russa”. 

537295
Una giornata quella del 9 maggio a Riga che si preannuncia carica di rischi e tensione. Il 9 maggio è infatti la giornata in cui i russi festeggiano la vittoria sul nazismo, ed è l’occasione per i russofoni lettoni per celebrare la loro “giornata dell’orgoglio” in Uzvaras Parks, il parco della vittoria.

Il 9 maggio è da sempre una giornata di tensioni e di divisione all’interno della società lettone, fra comunità russofona e comunità lettone. Quest’anno la tensione è ancora più alta a causa dei noti avvenimenti in Ucraina.

La polizia di sicurezza lettone ha chiesto l’annullamento della “marcia russa”, organizzata dalla associazione russofona “Rodina”, che dovrebbe partire alle ore 18.30 da Latviešu Strēlnieku laukums (la piazza dei fucilieri lettoni in Vecrīga) e attraversare Akmens Tilts per raggiungere Uzvaras parks, fino al monumento che ricorda la vittoria dell’Armata rossa sul nazismo.

La polizia lettone ha chiesto al comune di Riga di vietare la marcia, perché considera l’associazione “Rodina” un’associazione in cui sarebbero infiltrati radicali ed estremisti, personaggi considerati pericolosi per l’ordine pubblico. La “Rodina” inoltre ha pubblicato volantini e annunci sui social network, invitando i russofoni a partecipare alla marcia, in quanto “Riga e il territorio lettone appartengono fin dall’antichità alla Russia. Riga è una nostra città e la Lettonia è una nostra terra”, oltre a rivendicare la lingua russa come lingua ufficiale dello stato lettone.

Dall’altra parte in questi ultimi giorni si sono registrate numerose lettere anonime, inviate ad autorità, giornali, media, in cui si minacciano attentati terroristici se verrà concessa l’autorizzazione alla “marcia russa”.
Il clima quindi è particolarmente teso e i rischi quest’anno appaiono decisamente superiori al passato, quando gli eventi del 9 maggio scatenavano al massimo polemiche politiche e scontri verbali sui social network da parte.

Gli eventi legati alle celebrazioni della vittoria sul nazismo inizieranno già giovedì 8 maggio, ma il clou è previsto il 9 maggio, con vari spettacoli e concerti in piazza della Vittoria, oltre al consueto intervento del sindaco russofono di Riga Nils Ušakovs.

Aggiornamento: Vietata la “marcia russa” del 9 di maggio

Il direttore generale del comune di Riga Juris Radzevičs ha accolto stamattina la richiesta della polizia di sicurezza lettone ed ha deciso di vietare per motivi di ordine pubblico lo svolgimento della “marcia russa” il prossimo 9 maggio.
L’associazione “Rodina” ha già preannunciato ricorso al Tribunale competente contro la decisione del comune di Riga.

Fonti Diena, Delfi, Tvnet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: