Quanti soldi dall’emigrazione lettone tornano in patria? Tanti, 574 milioni di euro nel 2013

Un piccolo aumento però rispetto ai dati del 2012 che testimonia il rallentamento del flusso emigratorio dal paese baltico, che comunque non si arresta.

Foto AFP Leta
Un nuovo record, 574 milioni di euro. A tanto ammonta la somma di danaro che nel 2013 i lettoni all’estero hanno inviato in patria, contribuendo in questo senso in maniera significativa alla crescita economica nazionale.

Il dato, fornito dalla Banca centrale lettone, conferma che l’emigrazione dalla Lettonia continua ad essere un fenomeno rilevante, ma che sta gradualmente diminuendo. Infatti il denaro complessivo rientrato dall’estero in Lettonianel 2013 è di appena l’1,1% rispetto all’anno precedente.

La Banca centrale lettone e il ministero degli esteri, analizzando in profondità tutti i dati relativi ai versamenti di denaro dall’estero nei conti lettoni da parte di cittadini lettoni emigrati per lavoro, sono arrivati alla conclusione che il fenomeno immigratorio, che ha avuto negli anni 2009 e 2010 il suo picco, in coincidenza con gli anni più difficili e drammatici della crisi finanziaria ed economica del paese, adesso sta decisamente rallentando.
Il piccolo aumento rispetto al 2012 del denaro giunto dall’estero del resto di per sé non evidenzia una certezza nella crescita dei numeri dell’emigrazione. Un altro fattore importante, sottolineano da SEB Banka, è la contingenza economica. In questo ultimo anno il leggero aumento degli stipendi e la migliore situazione economica dell’Europa può aver da solo influenzato la maggiore entrata.
Secondo l’analista di SEB Banka Dainis Gašpuitis comunque il flusso emigratorio dalla Lettonia, che sta registrando una tendenza alla diminuzione, non si arresterà completamente nel prossimo futuro.
Per l’analista di Swedbank Lija Strašuna il fattore principale per arrestare l’emigrazione dalla Lettonia è quello di un aumento sensibile e veloce degli stipendi e dei salari nel paese baltico, la motivazione principale che spinge i lettoni tuttora a cercare lavoro all’estero.E’ comunque sempre difficile avere un’idea precisa dei numeri dell’emigrazione lettone in questi anni, anche a causa delle caratteristiche di questo fenomeno, in continuo cambiamento, e per la difficoltà di avere dati certi, nelle dichiarazioni dei cambi di residenza.
Si stima comunque che nel 2012 siano stati circa 25 mila i lettoni emigrati, mentre i dati relativi al 2013 si conosceranno questa estate.

Fra i paesi a più alta densità di immigrazione lettone, in testa c’è sempre la Gran Bretagna, con 100 mila persone, seguita dall’Irlanda sui 25 mila, dalla Germania fra i 20 e i 30 mila.

Negli Stati Uniti si calcosa siano presenti 96 lettoni, ma gran parte di questi sono cittadini americani, provenienti dalla diaspora lettone del periodo sovietico. Le persone con cittadinanza lettone sono circa 15 mila.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: