E’ la torba il vero oro nero della Lettonia: ma il paese baltico la ignora

Un’inchiesta di Ir rivela la grande potenzialità delle torbiere lettoni, che però vengono sfruttate solo da società straniere.


E’ la torba il vero “oro nero” della Lettonia (a parte la produzione di legno delle sterminate foreste lettoni, vero motore trainante delle esportazioni). L’anno scorso il paese baltico ne ha prodotto una quantità record, quasi un milione di tonnellate, ma in realtà senza riuscire a sfruttarne le grandi potenzialità energetiche, come invece sanno fare i paesi vicini.

Le torbiere sono molto diffuse in Lettonia, come rivela un’inchiesta del settimanale Ir, ma le ruspe con cui la torba viene estratta sono per lo più di proprietà di aziende estere, che poi utilizzano a proprio vantaggio l’oro nero lettone.

Singolare il fatto che la Lettonia, come sottolinea Ir, non sappia utilizzare la torba come fonte energetica, mentre altri paesi come Irlanda, Estonia e le nazioni scandinave, riescono a fare di questo materiale una importante fonte alternativa per la produzione energetica nei loro territori.

Eppure la Lettonia avrebbe un vero tesoro da sfruttare. Le torbiere lettoni sono molto vaste e per produzione di torba la Lettonia è addirittura l’ottavo paese al mondo in percentuale per abitante, con il 10% del suo territorio adatto a produrre questo materiale naturale, che può essere trasformato in combustibile con elevata capacità di calore (quanto la segatura) senza avere le emissioni nocive del carbone.


Circa il 95% della torba estratta in Lettonia viene esportata, nonostante che l’indipendenza energetica dal gas russo sia una delle questioni nazionali più impellenti da risolvere per lo stato lettone.
In realtà gran parte delle terre di primo strato che potrebbero essere sfruttate per estrarre la torba restano inutilizzate, e questo fa diventare una potenziale grande ricchezza in un grande problema, perché la torba non estratta diventa terreno paludoso.

La produzione energetica originata dalla torba è anzi diminuita in Lettonia nel corso degli ultimi anni. Se nel 2000 l’energia prodotta da torba era dell’1,7%, oggi siamo appena allo 0,2%. In Finlandia si utilizzano invece circa 20 milioni di metri cubi di torba all’anno. Ma anche in altri paesi vicini, come Svezia ed Estonia, la torba è diventata una fonte alternativa di energia a cui le aziende e le politiche energetiche nazionali guardano con grande interesse.

Uno dei problemi, che gli esperti lettoni denunciano, relativamente allo sfruttamento della torba è dato dal fatto che lo stato non prevede incentivi per le aziende lettoni che intendano estrarre questo materiale, in modo che i costi dell’estrazione non siano tali da gravare sul costo complessivo del materiale sul mercato.

Attualmente sono 44 le aziende che estraggono torba in Lettonia. Di queste la più grande è la SIA Laflora, di cui però i proprietari lettoni detengono solo la metà del capitale. La maggior parte delle altre aziende estrattrici sono straniere, in particolare tedesche, danesi, finlandesi.
Nei tempi sovietici invece l’industria estrattrice nazionale di torba era decisamente più sviluppata. Il record di estrazione si ebbe nel 1975 con 7,5 milioni di tonnellate, che erano usate in agricoltura e zootecnia, oltre che in parte nella produzione energetica.
Poi con l’indipendenza del paese lo sfruttamento delle torbiere è crollato. Nel 1990 sono state estratte tre milioni di tonnellate di torba, dato sceso poi nel giro di pochi anni a mezzo milione di tonnellata, con migliaia di ettari di territorio inutilizzati. Finché non sono arrivate le aziende straniere a far aumentare un po’ l’estrazione, con la torba prodotta che però poi emigra verso altri lidi.

Fonte e materiali Ir.lv

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...