Il Balsamo Nero di Riga invade l’Italia

Tutti i bar del Bel Paese dove trovare la più caratteristica bevanda lettone

“Se non l’avete assaggiato, non siete mai stati a Riga”. Così recita la pubblicità del più famoso liquore lettone, il Rīgas Melnais balzams.

Inventato nel 1752 da un erborista e farmacista di Riga, Abrahams Kunce, il Balsamo è noto nella medicina popolare lettone come cura per pressoché ogni tipo di malessere di stagione – si dice abbia perfino ristabilito Caterina di Russia, giunta a Riga stanca e debilitata e ripartitane in piene forze la mattina dopo essere stata “trattata” con qualche bicchierino del nero liquore.

Denso e piuttosto amaro, il Balzams è il risultato di un mix segreto di 24 erbe e vodka. Con i suoi 45% può essere bevuto puro, con ghiaccio (meno spesso) oppure usato per “correggere” the e caffé. Meno tradizionalmente – ma più commercialmente – può essere usato anche per la preparazione di un discreto numero di cocktail, nonché come topping per il gelato.

Importare in Italia il Balzams lettone è sempre stato il cruccio dei più affezionati consumatori: contenuto in bottiglie di ceramica piuttosto pesanti, l’unico modo possibile di portarlo con sé fuori dal territorio lettone è infilarlo in valigia (e pregare che non si rompa nel tragitto, corrompendo così ogni altra cosa presente nel bagaglio). Farlo arrivare dalla Lettonia – secondo le ultime informazioni di Baltica – è possibile solo eseguendo cospicui ordini (1 pallet ovvero circa 100 bottiglie) alla AS Latvijas Balzams , che tra l’altro spedisce solo a ditte e non a soggetti privi di partita iva.

Il Balsamo di Riga però viene smerciato anche in alcuni punti vendita italiani, di cui riportiamo di seguito l’elenco per regione.

Quattro dei più classici cocktail da preparare con il Balsamo Nero di Riga
Quattro dei più classici cocktail da preparare con il Balsamo Nero di Riga

Campania
Giugliano di Campania (NA) – Azienda vinicola Guerrera
Liguria
Genova (GE) – Velier S.p.A. Importazione di vini e liquori
Lombardia
Biassono (MB) – Caffè del Centro
Cantò (CO) – Enoteca Vini e Più
Brescia (BS)– Totoro wine bar
Marche
Senigallia (AN) – Caffè Bicchia
Piemonte
Chivasso (TO) – Bar Le due torri
Torino – Eataly
Torino – Enoteca Damarco
Puglia
Mottola (TA) – Bar La compagnia del blues
Noci (BA) – New American Bar
Sardegna
Cagliari (CA) – Ristorante Cor.sa
Sicilia
Bagheria (PA) – Bar Il Bacio
Ciminna (PA) – Habana caffè
Toscana
Cecina (LI) – Beach Club
Carrara (MS) – Bar Fuori porta
Veneto
Abano Terme (PD) – GB Thermae Hotel
Bassano del Grappa (VI) – Ristorante Ottocento simply  food

3 commenti

  1. Use water in bottles when you travel. This infection does
    not affect her baby but makes her uncomfortable.
    The level of acidity that is uncomfortable like the onset of the
    Teulada Moraira coast. You must be altogether avoided while on your joints and lower body.

  2. […] Personalmente, le cose più assurde le ho subite con le Lonely Planet… Da spiagge inesistenti a castelli bretoni non citati, da indirizzi di ristoranti sbagliati alle voci false e tendenziose sul Balsamo di Riga. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...