Parādnieks: “Se i russofoni sono infelici in Lettonia, possono tornare in Russia””

L’esponente di Visu Latvijai! entra nel dibattito sul post referendum con una forte provocazione.


Uno dei leader del partito nazionalista lettone Visu Latvijai!, Imants Parādnieks interviene nel dibattito post referendum, sostenendo che i russofoni che non si sentono felici in Lettonia potrebbero esserlo tornando in Russia.

Parādnieks afferma che il voto al referendum sul russo ha dato un chiarissimo segnale della volontà del popolo lettone di difendere la propria lingua e la propria identità, ma ha dato un segnale ancora più chiaro a tutti quelli che sognano una Grande Russia alle spese dei popoli baltici e cercano di seminare tensione all’interno della Lettonia.

Parādnieks ritiene che anche gli elettori russofoni che in enclavi del Latgale come Zilupe hanno votato a larghissima maggioranza per il russo lingua ufficiale, se gli fosse stata posta la domanda se preferivano vivere in Lettonia o in Russia, avrebbero votato in modo molto diverso.
Poi ha lanciato la provocazione secondo cui se un russofono non riesce a sentirsi realizzato in Lettonia a causa della questione linguistica, potrebbe essere più felice vivendo in un paese in cui il russo è già lingua ufficiale.

L’esponente di VL sostiene che i russofoni votando per il russo lingua ufficiale non si sono resi conto che votavano per inserire in Lettonia un elemento che avrebbe aperto le porte ad una potente immigrazione dagli stati ex sovietici, che avrebbe di fatto trasformato la Lettonia in una piccola Russia.

Parādnieks ha infine affermato che il modo migliore per sviluppare la coesione e il dialogo fra le comunità in Lettonia è quello di partire da una comune lingua e dal rafforzamento della coscienza lettone, come avvenuto già in Vidzeme e Kurzeme, dove l’integrazione delle comunità russofone, meno ampie che altrove, è riuscita meglio. Parādnieks ha comunque escluso ogni forma possibile di dialogo con Vladimir Linderman, il promotore del referendum sul russo.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 346 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: