Andris Bērziņš è il nuovo presidente della Lettonia


Andris Bērziņš prende il posto di Valdis Zatlers al Castello di Riga. Con 53 voti il parlamento lettone, nella seconda votazione, lo ha eletto alla massima carica istituzionale lettone.
Bērziņš, deputato di ZZS, oltre ai voti del proprio partito, nel segreto delle urne, dovrebbe aver avuto i voti di quasi tutti i deputati di SC, oltre a quelli di PLL. Per molti analisti questo voto è il risultato di un accordo fra SC e Aivars Lembergs, l’oligarca sindaco di Ventspils sotto inchiesta per corruzione e riciclaggio e ispiratore della candidatura di Bērziņš.

Zatlers ha avuto il sostegno di Vienotiba e di VL-TB/LNNK, che gli ha portato 41 voti.
Nella prima votazione Bērziņš si era fermato a 50 voti, Zatlers a 43.
Diverse persone, fuori dalla Saeima, hanno accolto con proteste l’elezione di Bērziņš.

Chi è Andris Bērziņš

Andris Bērziņš, che ha il nome e cognome più tipico in Lettonia (un po’ come Mario Rossi per l’Italia), è nato a Nītaurē il 10 dicembre 1944 e ha studiato a Sigulda, per completare poi gli studi al Politecnico di Riga e alla facoltà di economia dell’Università di Riga, specializzandosi in piani industriali.
Alla fine degli anni ’80 è stato eletto nel consiglio dei deputati del popolo nel distretto di Valmiera e quindi nel Soviet Supremo della Lettonia (il parlamento lettone dell’epoca sovietica). In Parlamento Bērziņš si è occupato in particolare del sistema bancario, fino ad essere proposto alla guida della Banca Nazionale lettone, che peraltro rifiutò.
In seguito, dopo l’indipendenza, Bērziņš è stato presidente della Commissione per la privatizzazione degli istituti bancari. Conclusa la prima fase delle privatizzazioni, in cui rimasero nazionali solo 22 filiali con 40 milioni di lats di capitale, a Bērziņš fu chiesto di lasciare la commissione.
Ma probabilmente fu la sua fortuna perché perché come buonuscita ricevette la licenza di Unibanka, l’istituto bancario che lo vide presidente fino al 2003, quando la banca fu acquisita dalla svedese SEB.
Successivamente è stato presidente della camera di commercio e dell’industria lettone, e quindi presidente di Latvenergo.
L’anno scorso è stato eletto in parlamento, si era presentato nella circoscrizione di Vidzeme, nelle fila di ZZS (Verdi e agricoltori).
E’ il pensionato più ricco della Lettonia, con la sua pensione di oltre 4000 lats al mese, ed ha varie proprietà sparse per il paese, a Kolka, Līgatne, Ķekava, Vecpiebalga, Ādaži.

About these ads

2 Trackbacks to “Andris Bērziņš è il nuovo presidente della Lettonia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 368 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: