Premi letterari lettoni per il 2010: quello alla carriera va al poeta Knuts Skujenieks

Nella cerimonia del 20 maggio si assegneranno anche i premi delle altre categorie. Fra i libri stranieri pubblicati nel 2010 in corsa anche Sandro Veronesi e Paolo Giordano


Nell’ambito dei Premi per la letteratura lettone del 2010, quello alla carriera verrà assegnato al poeta, critico letterario e traduttore Knuts Skujenieks.

Skujenieks è nato a Riga nel 1936. Ha studiato filologia lettone all’Università di Riga per poi completare gli studi all’Istituto Gorki di Mosca. Nel 1962 è stato condannato a sette anni di campo di concetramento per attività antisovietiche, per essere riabilitato solo nel 1989, alla vigilia del crollo dell’Urss. Nel frattempo, pur nella sua prolifica attività, aveva potuto pubblicare la sua prima opera solo nel 1978. Oltre alla sua opera poetica Skujenieks si è contraddistinto per il suo lavoro di critica letteraria e per le traduzioni in lettone di poeti di molte lingue diverse, ucraino, sloveno, spagnolo, serbo, macedone, greco, polacco, lituano, finlandese, svedese, danese.
Nei primi commenti dopo la notizia dell’assegnazione del premio, Skujenieks ha detto di sperare che questo premio possa spingere a pubblicare maggiormente opere poetiche in Lettonia, considerando la poesia come uno strumento formidabile di arricchimento per una lingua.

La cerimonia di premiazione di Knuts Skujenieks avverrà il prossimo 20 maggio alla Spīķeru koncertzālē a Riga. Nella serata verranno assegnati anche gli altri premi per le varie categorie letterarie, di cui sono per ora state rese note le candidature.
Le candidature per il miglior lavoro letterario originale del 2010 sono andate a Jānis Rokpelnis per  “Nosaukums”, Liāna Langa per  “Vilkogas”, Inga Ābele per  “Kamenes un skudras”, Anna Auziņa per “Es izskatījos laimīga” e infine a Andra Manfelde per  “Zemnīcas bērni”.
Fra le candidature per la migliore traduzione di un’opera letteraria straniera pubblicata in Lettonia nel 2010 concorrono, insieme a libri di scrittori come Gunther Grass, Salman Rushdie e Susanne Clarke anche le versioni lettoni di due libri italiani, quello di Paolo Giordano “La solitudine dei numeri primi“, e quello di  Sandro Veronesi per “Caos calmo“.

About these ads

One Trackback to “Premi letterari lettoni per il 2010: quello alla carriera va al poeta Knuts Skujenieks”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 367 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: