Archive for febbraio 1st, 2011

1 febbraio 2011

Le minoranze integrate sono una ricchezza. Il problema sono quelle che vivono in un mondo parallelo

Sarmīte Ēlerte, ministro della cultura, risponde alla Brands-Kehre, che aveva accusato l’arcaica idea di integrazione del governo lettone

Sarmīte Ēlerte, ministro della Cultura

Il ministro della cultura Sarmīte Ēlerte, in una lettera risponde alle critiche sulla concezione arcaica dell’integrazione fra comunità lettone e russa, che il neo commissario per le minoranze dell’Osce Ilze Brands-Kehre aveva mosso ai governi lettoni, e in particolare al suo ministero.

Le identità complementari

Il mondo è ormai caratterizzato da identità complementari.
Io stessa non sento contraddizioni fra la mia identità lettone e quella europea. E non c’è contraddizione nel fatto che cittadini che vivono in Lettonia si sentano armeni, ebrei, russi, lituani, nello stesso tempo che lettoni e europei, nello stesso modo in cui gli alsaziani sentono di appartenere alla nazione francese, liberamente amministrati e usando la lingua francese, liberi di sentirsi nella cultura francese e nello stesso tempo mantenere anche la propria cultura e lingua alsaziana(…)
Un buon esempio è dato dagli esuli lettoni che per generazioni hanno vissuto in Svezia, Usa e Germania, mantenendo la propria identità lettone, ma nello stesso tempo sentendosi di appartenere allo stato e alla società in cui vivevano (…)

1 febbraio 2011

Dinamo Riga, sconfitta che brucia con il CSKA

Hockey ghiaccio – La Dinamo Riga perde un’occasione importante per conquistare matematicamente l’accesso ai play off della KHL, quando ormai mancano quattro partite al termine della regular season. La sconfitta casalinga contro il CSKA Mosca (1-2 il risultato finale) infatti costringe adesso la squadra di Šuplers a guardarsi dagli immmediati inseguitori, Torpedo Mosca e Dinamo Minsk. L’unica rete dei lettoni porta la firma di Ainārs Podziņš, alla prima realizzazione in KHL.

1 febbraio 2011

L’Estonia è ancora un paese baltico? No, secondo l’accademico Endel Lipma

Tallin, la capitale estone
L’Estonia ormai assume una politica che è molto più simile a quella dei paesi scandinavi che a quella dei paesi baltici. Questa è l’opinione di Endel Lipma, membro dell’Accademia delle scienze dell’Estonia.

Dobbiamo smettere di parlare di tre paesi baltici, in quanto ne sono rimasti solo due (Lettonia e Lituania). L’Estonia non è più un paese baltico, di fatto si comporta come un paese scandinavo.

Lipma è convinto che dopo l’ingresso nell’euro (avvenuto il 1° gennaio scorso) l’Estonia abbia prospettive di grande sviluppo economico, tanto da poter arrivare fra i primi cinque paesi europei più ricchi, a patto che il paese continui in una politica economica prudente e senza indebitamenti.
Dal 1997 in Estonia è stato creato un fondo di riserva di stabilizzazione, da utilizzare per eventuali situazioni di crisi, reso possibile da politiche economiche attente alla spesa e al controllo del deficit.

(fonte Kasjauns.lv)

Tag:
1 febbraio 2011

Arrestato per corruzione dirigente del Ministero delle Finanze lettone

L’Ufficio per la lotta alla corruzione (KNAB) stanotte ha arrestato il vicedirettore del Dipartimento delle politiche fiscali e doganali del ministero delle Finanze, Vladimir Vaškevičs.
L’accusa è quella di aver incassato oltre 50 mila euro a seguito di casi di corruzione relativi a mancati controlli fiscali.
Il nome di Vladimir Vaškevičs era già all’attenzione delle cronache giudiziare. Il tribunale di Riga sta esaminando un procedimento penale nei suoi confronti per falsa comunicazione ufficiale sui suoi redditi personali, accusa sempre respinta dal dirigente del ministero delle Finanze.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 369 follower